Apr 24, 2024 Last Updated 9:23 AM, Dec 12, 2023
Eva Bonitatibus

Eva Bonitatibus

Giornalista pubblicista

I libri sono la mia perdizione. Amo ascoltare le storie e amo scriverle. Ma il mio sguardo curioso si rivolge ovunque, purché attinga bellezza e raffinatezza.

La musica è il mio alveo, l’arte la mia prospettiva, la danza il mio riferimento. Inguaribile sognatrice, penso ancora che arriverà un domani…

Chissà se Carlo Levi avrebbe mai immaginato che la “sua” Aliano sarebbe entrata nel novero delle città finaliste per la Capitale italiana del libro. Lui che in quel capolavoro senza tempo aveva dipinto quel «mondo immobile e senza speranza», quella civiltà contadina senza Stato in cui l’individuo era l’unica sede dei rapporti umani, proprio a quel mondo di argilla decise di appartenere per sempre. L’attesa cominciata con il suo confino verso la redenzione di una terra afflitta dalla malaria e dalla povertà, diventava certezza intuendo le infinite possibilità che quel luogo conteneva. «I tesori non compaiono che a colui che deve trovarli», scriveva intravvedendo esiti differenti per il progresso di questa terra del futuro, «e per sapere dove sono – proseguiva - non ci sono che le ispirazioni dei sogni».

Etichettato sotto

La piatta scioccherìa

«Una delle più grandi scoperte della mia generazione è che un essere umano può cambiare la propria vita semplicemente cambiando il proprio modo di pensare

William James

In un delizioso albo illustrato del 1950 ho ritrovato la rappresentazione delle maschere della tradizione carnascialesca italiana. Un balzo a piedi pari nella mia infanzia fatta di mascheramenti, di travestimenti, di nei impressi sulla guancia con la matita per gli occhi, di feste di coriandoli e di giochi fantasiosi. Come un lampo mi è tornata l’immagine di mia madre, insegnante di scuola materna (oggi dell’infanzia), e delle sue carte delle tradizionali maschere di carnevale. Erano rettangolari, color giallo paglierino, sul fronte l’immagine, sul retro la loro storia. Erano un po' consumate dalle tante piccole mani che le avevano toccate nel corso dei suoi lunghi anni di insegnamento. Tanti, cominciati negli anni ’60 quando con la sua dolcezza e attenzione, portava ai suoi alunni dal grembiulino bianco la vera storia del Carnevale attraverso la commedia dell’arte e l’immenso Carlo Goldoni.

Etichettato sotto

Una storia che ribalta la prospettiva e che parla di attesa. Un libro che racconta la storia di un padre che vive la sua paternità con sofferenza e apprensione. Una favola che stigmatizza e celebra la pietà paterna. Un romanzo che dipinge parole di legno. Mastro Geppetto, l’ultimo romanzo dello scrittore Fabio Stassi, edito da Sellerio, rappresenta il rovesciamento della celebre favola di Pinocchio, il burattino uscito dalla penna di Collodi, ponendo al centro un Geppetto inedito e nudo. E ne è venuto fuori un racconto nuovo, pieno di significati, ricco di bellezza, denso di poesia. Un libro diverso da tutti gli altri che colpisce per il linguaggio favolistico che rafforza ed eleva la narrazione. Una lettura che trova ulteriore conforto nella presentazione che ne fa l’autore, un immenso Fabio Stassi che in queste pagine esplora e sublima un’umanità colta nelle sue più grottesche rappresentazioni. Un libro che arriva come un dono in un momento in cui quella umanità ha perduto le parole che davano forma al loro mondo. Abbiamo raggiunto Fabio Stassi e gli abbiamo chiesto di raccontarci Mastro Geppetto e i suoi significati e ne è uscito un dialogo meraviglioso fatto di spunti e di interessanti riflessioni.    

Etichettato sotto

Il Circolo culturale Gocce d'Autore presenta il Numero Speciale "100" della rivista culturale www.goccedautore.it. Un numero cartaceo edito per l'occasione dalla casa editrice Universosud, che celebra la centesima uscita della rivista, costola del Circolo, che dal 14 marzo 2015 al 15 ottobre 2021 è ininterrottamente sul web.

Etichettato sotto

Il romanzo “Di spalle al vento” di Gianluca Bruno verrà presentato a Potenza giovedì 16 dicembre, ore 18.30, nella sede del Circolo culturale “Gocce d’Autore”, in via Torraca, 65. Nel corso dell’evento interverranno la docente e formatrice Luciana Gallo, le giornaliste Eva Bonitatibus e Nuccia Nicoletti.

Etichettato sotto

Commenti