Apr 24, 2024 Last Updated 9:23 AM, Dec 12, 2023

Le Donne della Letteratura lucana approdano nel Polo Bibliotecario di Potenza

Pubblicato in Eventi
Letto 1676 volte

La mostra d’arte contemporanea dedicata a “Le Donne della Letteratura lucana” e organizzata dal Circolo culturale Gocce d'Autore approda nel Polo Bibliotecario di Potenza. Dopo l’esposizione nella sede del Circolo, le opere d’arte ispirate ai versi e ai testi delle scrittrici e poetesse lucane si ricongiungeranno con le opere letterarie custodite nelle sale della Biblioteca. Ad accoglierle mercoledì 3 maggio alle 17,30 nella Sala Lucania ci sarà il Direttore del Polo, Luigi Catalani, la Presidente di Gocce d’Autore, Eva Bonitatibus, e l’antropologa Silvia Possidente che terrà una relazione dal titolo “Donne, Arte e nuovi immaginari”.

Le dieci autrici fonti di ispirazione sono Isabella Morra, Aurora Sanseverino, Laura Battista, Carolina Rispoli, Donata Doni, Maria Padula, Gina Labriola, Beatrice Viggiani, Marcella Continanza e Giuliana Brescia. Le dieci artiste autrici delle opere pittoriche sono Luciana Ines Cammarota, Maria Teresa Lopardo, Rocchina Lepore, Patrizia Ferrara, Anna Giannico, Lucia Bonitatibus, Gabriella Bulfaro, Katia Stain, Sarah Di Iorio e Ida Tricarico.

Un percorso inedito che prende le mosse dal ‘500 per giungere ai nostri giorni, fissando le tappe di uno sviluppo della letteratura femminile lucana contrassegnato dalla necessità di eliminare quegli stereotipi che hanno accompagnato da sempre anche questo settore della società. Un viaggio nella letteratura e nell’arte lucana che ha la finalità di ricostruire una mappa letteraria e artistica della Basilicata declinata al femminile e di conoscere e apprezzare i differenti linguaggi artistici della mostra stessa.

L’esposizione resterà nei locali del Polo Bibliotecario fino al 31 maggio, negli orari di apertura al pubblico della struttura, aderendo alla campagna nazionale de Il Maggio dei Libri.

Eva Bonitatibus

Eva Bonitatibus

Giornalista pubblicista

I libri sono la mia perdizione. Amo ascoltare le storie e amo scriverle. Ma il mio sguardo curioso si rivolge ovunque, purché attinga bellezza e raffinatezza.

La musica è il mio alveo, l’arte la mia prospettiva, la danza il mio riferimento. Inguaribile sognatrice, penso ancora che arriverà un domani…