Aug 11, 2020 Last Updated 8:53 AM, Jul 20, 2020

Letture senza fissa dimora In evidenza

Pubblicato in Leggere
Letto 93 volte

Oggi leggere senza fissa dimora è ancora più semplice. L’emergenza sanitaria ha prodotto un incremento editoriale di e-book per tamponare costi di produzione non più sostenibili.

E seguendo questa corrente, i nostri consigli di lettura vanno nella direzione di un alleggerimento dei vostri scaffali (e delle vostre borse) e in un aumento di libri digitali. Scaricabili su Kobo e Kindle, ecco i nostri suggerimenti per leggere tranquillamente dai vostri luoghi di villeggiatura.

Buona lettura!

Trio

di Dacia Maraini

Rizzoli

Trio

Sicilia, 1743. Il loro legame viene da lontano, e ha radici profonde. È nato quando, ancora bambine, Agata e Annuzza hanno imparato l'arte tutta femminile del ricamo sotto lo sguardo severo di suor Mendola; è cresciuto nutrendosi delle avventure del Cid e Ximena, lette insieme in giardino, ad alta voce, in bocca il sapore dolce di una gremolata alla fragola; ha resistito alle capriole del destino, che hanno fatto di Agata la sposa di Girolamo e di Annuzza una giovane donna ancora libera dalle soggezioni e dalle gioie del matrimonio. Ora, mentre un'epidemia di peste sta decimando la popolazione di Messina, le due amiche coltivano a distanza il loro rapporto in punta di penna, perché la paura del contagio le ha allontanate dalla città ma non ha spento la voglia di far parte l'una della vita dell'altra. E anche se è lo stesso uomo ad accendere i loro desideri, e il cuore scalpita per imporre le proprie ragioni, Agata e Annuzza sapranno difendere dalla gelosia e dalle convenzioni del mondo la loro amicizia, che racconta meglio di qualunque altro sentimento le donne che hanno scelto di essere. Il ritorno di Dacia Maraini alla narrazione storica dopo La lunga vita di Marianna Ucrìa, uno dei suoi libri più amati, è un romanzo intenso e delicato, pervaso dai colori e dagli odori della sua Sicilia, che attraverso il filtro di un passato mai così vicino parla di ognuno di noi, e di cosa può salvarci quando fuori tutto crolla.

CoronaBook-20. Vaccini di scrittura creativa

A.A.V.V.

Edigrafema casa editrice

Corona

Raccolta di racconti scritti durante il lockdown da 44 autori. I temi trattati nei racconti spaziano dalla riflessione sulla condizione personale legata alla capacità di affrontare una stagione inedita, ridisegnando i propri confini interiori e vivendo il timore della morte, fino alla necessità di riappropriarsi di quei principi e valori, quali la solidarietà o l’accoglienza, per riappacificare sé stessi. Tra gli scrittori c’è chi traccia mondi immaginari, chi torna a osservare la realtà ma con sguardo rinnovato, chi pone l’attenzione sulle occasioni mancate e chi ancora ironizza su come affrontare il distanziamento sociale o chi spera di far coincidere la fine dell’epidemia con una nuova libertà. E tanto altro ancora.

Lettere da Omsk

Di Ornella Sabia

Gruppo editoriale Mauri Spagnol

Lettere da Omsk

La storia, ambientata in un futuro distopico non troppo lontano (siamo nel 2025) racconta la vita grigia e monotona di Annarita, che viene stravolta dall’apparizione di un manoscritto anonimo recapitato nella casa editrice dove lavora. Da lì inizierà un complicato viaggio verso la Siberia, che finirà per stravolgere non solo la sua esistenza, ma anche il corso della storia. Moltissimi i riferimenti alla letteratura russa presenti nel romanzo, da “Delitto e Castigo” Dostoevskij a “Il Maestro e Margherita” di Bulgakov, passando per Pushkin e Mayakovskij.

Sapessi com'è strano

di Maurizio Tucci

Tralerighe casa editrice

Sapessi

16 monologhi di altrettanti personaggi "comuni" - dall'infermiere "in trincea" all'adolescente in cattività, dal rider resistente e fiducioso al vecchio intellettuale riflessivo - che vivono a Milano ai tempi del Coronavirus e raccontano loro le esperienze, i loro pensieri, le loro paure e speranze. Perché se è vero che la pandemia ci ha colti impreparati in tutti i sensi e ci ha portato senza preavviso in un territorio conteso da paura e speranza, sconforto e resilienza, è altrettanto vero che sta (anche) a noi decidere quale delle forze in campo far prevalere. Come scrive Fulvio Scaparro nella prefazione, "Maurizio Tucci (...) ha saputo, attraverso quindici pennellate, rappresentare con efficacia e immediatezza la realtà, drammatica, che stiamo vivendo".

Il libro è pubblicato in collaborazione con l'Associazione non-profit Laboratorio Adolescenza e l'intero ricavato delle vendite sarà devoluto al Fondo di Mutuo Soccorso per il Coronavirus istituito dal Comune di Milano.

Eva Bonitatibus

Eva Bonitatibus

Giornalista pubblicista

I libri sono la mia perdizione. Amo ascoltare le storie e amo scriverle. Ma il mio sguardo curioso si rivolge ovunque, purché attinga bellezza e raffinatezza.

La musica è il mio alveo, l’arte la mia prospettiva, la danza il mio riferimento. Inguaribile sognatrice, penso ancora che arriverà un domani…

Lascia un commento

Assicurati di inserire le (*) informazioni richieste dove indicato

Cercaci su Facebook

Gli ultimi articoli

s l1600