Jan 28, 2023 Last Updated 4:01 PM, Jan 27, 2023
×

Attenzione

JUser: :_load: Unable to load user with ID: 581

I RICORDI ARCHIVIATI CHE FANNO RINASCERE L'OPERA

Pubblicato in Investire
Letto 437 volte

investire TRAVIATA 1

Esistono posti in cui viene custodita la “storia”... sono chiamati, archivi e l'immaginario comune li descrive come ambienti polverosi con scaffali pieni di carte e fascicoli, posti bui o illuminati da luce artificiale, dove regna il silenzio.

Esistono archivi, però, che come scrigni, custodiscono tesori, testimonianze preziose e inedite delle attività culturali dell'Italia artistica.

Uno di questi posti, tra i più importanti d'Italia, si trova a Parma, si tratta dell'Archivio Storico del Teatro Regio, custodito presso la Casa della Musica.

L'Archivio conserva importanti documenti e testimonianze che ricostruiscono la storia artistica e culturale del Teatro Regio, attraverso fotografie, video, audio, locandine e manifesti, recensioni, articoli, rassegne stampa, progetti tecnici e atti amministrativi, che interessano due secoli di attività. Un patrimonio di indescrivibile valore arricchito da donazioni di costumi di scena, gioielli, libretti, riviste di settore etc. che col tempo sono state utilizzate per allestire interessanti mostre ed esposizioni con lo scopo di far conoscere e valorizzare l'Opera nelle diverse forme.

Si pensi a quanto è stato fatto e quanto ancora si potrebbe fare sulla figura di Giuseppe Verdi, l'ultima è intitolata “Verdi in palcoscenico. Opere verdiane al Regio di Parma, 1985 – 1997. Fotografie di Alberto Dallatommasina” (mostra aperta fino al 27 gennaio 2015)

 

investire Verdi 2La mostra è incentrata sulle opere verdiane messe in scena presso il Teatro Regio tra il 1985 e il 1997 e che sono ritenute particolarmente interessanti sotto l'aspetto scenografico, del costume, della regia e degli interpreti.

Il valore di queste opere: Jerusalem, Falstaff, Rigoletto, Un ballo in maschera, il Trovatore e la Traviata è messo in risalto dalle foto della scena, dai costumi e dai bozzetti delle scenografie.

Tutte testimonianze preziose dell'immane lavoro che c'è dietro un'opera teatrale.

Un consistente patrimonio gelosamente e sapientemente custodito pronto a riprendere vita sotto diverse forme e disposizioni per ridare senso all'opera verdiana come patrimonio storico del passato e rinnovato investimento culturale per il futuro.

In passato altre iniziative hanno testimoniato l'importanza del teatro e dell'indotto artistico culturale attorno al quale prende forma ogni manifestazione. Prendendo spunto dal personaggio di Giuseppe Verdi ricordiamo:

“Verdi in prima pagina”, una ricca raccolta di più di 200 immagini riprodotte su periodici italiani ed esteri, per celebrare centenario della nascita di Verdi. Un percorso iconografico sulla carriera di uno dei compositori italiani più conosciuti al mondo.

“Verdi, il volto musicale dell'Italia”, una raccolta di giornali e ritratti di Giuseppe Verdi dal 1846 fino al 2001, con particolare riguardo alla rappresentazione simbolica del personaggio.

Queste iniziative come altre simili devono far riflettere sull'importanza e sul potenziale, anche economico del teatro dell'opera in Italia che come una stella brilla di luce propria... basta saperla scoprire!

 

Anna Chiara Blasi

Altro in questa categoria: Di verso in verso… »
Devi effettuare il login per inviare commenti

Numero 100

 

Puoi acquistare la copia

cartacea di Goccedautore.it

presso il circolo Culturale di Gocce d'autore

n100

copertina

Cercaci su Facebook

Gli ultimi articoli

Luce Rivoluzionaria

23 Gen 2023 Osservare

Ma il mare è sempre più blu!

23 Gen 2023 Immaginare

Le parole della luce

23 Gen 2023 Editoriale

s l1600