Dec 07, 2021 Last Updated 7:57 AM, Dec 1, 2021

Coesione sociale e cultura. Uno scrigno in movimento per un binomio vincente In evidenza

Pubblicato in Dialogare
Letto 238 volte

Portare la cultura anche nelle aree più marginali e periferiche del nostro bel paese. È questo il principale obiettivo di BiblioHUB, la biblioteca mobile su ruote. Un truck in giro per lo stivale per creare, anche se solo per pochi momenti, un luogo di aggregazione e di socialità tra i cittadini e la cultura così come con le tante altre offerte di questa struttura mobile polifunzionale e multimediale che ti accoglie con il suo “”sorriso creativo”. Una nuova forma mobile di cultura in movimento.

 

BiblioHUB, è stato progettato da Alterstudio Partners per AIB – Associazione Italiana Biblioteche nell’ambito dell’iniziativa Periferie in Azione, sostenuta dalla DGAAP Direzione Generale Arte e Architettura contemporanee e Periferie urbane del MiBac e promossa nell’ambito della mostra “Taking Care. Progettare per il bene comune”, curata da Studio TAMassociati per il Padiglione Italia alla 15. Mostra Internazionale di Architettura della Biennale di Venezia. Il BiblioHUB è stato realizzato grazie all’importante e convinto sostegno della DGAAP, dell’Ambasciata degli Stati Uniti a Roma, dell’Azienda speciale CSBNO – Culture Socialità Biblioteche Network Operativo, e degli sponsor tecnici Media Library On Line (MLOL)Linea Light e Promal.

In questi giorni, questo Truck dal colore rosso, ha fatto tappa anche in Basilicata, a Potenza, per promuovere il progetto di integrazione e intercultura "Mamma Lingua. Storie per tutti nessuno escluso", ideato e realizzato dall’AIB e finanziato dal Centro per il libro e la lettura del Ministero della Cultura. Un progetto che si rivolge alla fascia di bambini 0-6 anni italiani e stranieri. I libri letti da volontari e volontarie del Programma Nati per Leggere hanno dato la possibilità ai bambini di tutte le etnie e lingue di avvicinarsi al meraviglioso mondo della lettura condivisa in famiglia fin da piccoli per diffondere i valori dell’inclusione, dell’aggregazione dell’intercultura.

Il programma nazionale di promozione della lettura Nati per Leggere, sviluppato assieme all’Associazione Culturale Pediatri, l’Associazione Italiana Biblioteche e al Centro per la Salute del Bambino, propone dal 1999 alle famiglie con bambini fino a 6 anni di età attività di lettura per lo sviluppo cognitivo dei bambini e per lo sviluppo delle capacità dei genitori di crescere con i loro figli.

Anche se solo per pochi giorni, dal 13 al 22 ottobre, BiblioHUB, ha fatto sosta nello spazio antistante il Polo Bibliotecario di Potenza e ha ospitato una serie di iniziative: letture quotidiane a cura dei volontari del Programma Nati Per Leggere, incontri sulla letteratura per l’infanzia, letture in Lingua dei segni italiana, presentazioni di libri per bambini.

Ogni mattina, il Polo Bibliotecario ha accolto alcune classi delle scuole dell’infanzia del capoluogo. Gli incontri pomeridiani sono stati rivolti invece ai bambini con le loro famiglie, con particolare attenzione alle comunità straniere. Ogni incontro ha previsto l’esplorazione del BiblioHUB e dei suoi contenuti, letture in lingua madre a cura dei volontari del Programma Nati Per Leggere e di mediatori linguistici e una visita del Polo Bibliotecario, in particolare della sala destinata ai lettori della fascia 0-6 anni.

Il progetto è realizzato grazie alla collaborazione del Comune di Potenza, delle scuole IC Busciolano, IC Domenico Savio, IC L. La Vista, IC Milani Potenza Quarto, della Fondazione Città della Pace per i Bambini Basilicata, dell’Associazione Le rose di Atacama e dell’Associazione Sotto il Castello.

Laddove si investe in cultura si investe nello sviluppo di intere generazioni. Laddove si investe in cultura, si investe nella creazione di un mondo nuovo, più inclusivo e partecipativo. Laddove si investe in cultura, si investe nell’anima di ogni abitante di questo globo.

La cultura è vita.

Questo mondo, più che mai, ne ha davvero bisogno.

Domenico Ciancio

Domenico Ciancio

Un incompreso lucano, italiano, europeo. Della mia passione, la comunicazione, ne provo a fare il mio mestiere. Con i proventi della mia prima passione alimento le mie tante altre passioni: viaggiare, leggere, ascoltare musica, golf, formula 1, mangiare e sorridere con le persone che amo e che incontro nella mia vita.

Lascia un commento

Assicurati di inserire le (*) informazioni richieste dove indicato

Cercaci su Facebook

Gli ultimi articoli

s l1600