logo2017

Iscriviti alla Newsletter di Gocce D'Autore

Commenta gli Articoli di Gocce!!!

Finalmente puoi commentare gli articoli di Goccedautore.it. Devi semplicemnte registrarti !!!

 
Sabato, 28 Marzo 2015 21:26

Foto ricordo

Scritto da 

inediti ricordo 1

Secondo racconto sul misterioso ritrovamento dell’Agfa in un mercatino di Vienna. In questo numero della Rivista pubblichiamo quello di Polpografo 2015, allievo de “La bottega dello scrittore”, il laboratorio di scrittura organizzato dal Circolo culturale Gocce d’autore a Potenza. Lui comincia così…

Io sono Ismael. Non quell' Ismael,  lui fu più fortunato di me scampò solo al leviatano. Io sono Ismael l'ebreo, scampato a Treblinka dove ho visto atrocità tali da far sembrare una grande balena dei mari australi, che affonda una nave con capitano e equipaggio, solo un episodio da romanzo.

Oggi ho 91 anni e vivo in una grande città europea, dove ci sono migliaia e migliaia di cittadini di tutti i colori e le razze che non devono portare stelle, triangoli o bandierine. perché di fronte al governo di questa civilissima nazione tutti sono apparentemente eguali e con gli stessi diritti.

Io sono un ebreo. Ho 91 anni, e si vede che sono ebreo.

Ho scelto io di portare la Kephia, di digiunare al sabato e di andare a pregare il mio Dio in sinagoga.

Oggi è un giorno importante, è l'ultimo giorno di apertura del mio negozietto di antiquariato, situato ad un angolo della Via dei Carbonai con un vicolo che porta direttamente alla cattedrale di Santo Stefano, non lontano dall'antica Pasticceria Demel. Qui io e Hanna, il mio amore, prima della grande tragedia, spesso prendevamo il tè con una fetta di torta.

Un giorno del 1938, Hanna sparì e non la vidi mai più.

Ormai non ho più la forza di andare avanti, sono decisamente vecchio per il commercio e quindi ho deciso di dare via tutto e vendere il negozio ad una società edilizia che vuol istallare nel mio, e in altri negozietti vicini, uno di quegli orrendi fast food americani.

Ho resistito per molto tempo.  Adesso basta! la cifra che mi è stata offerta è buona e un ottima sanità pubblica mi ha offerto un posto in un buon ospizio per anziani dove trascorrere gli ultimi anni o forse gli ultimi mesi della mia vita.

Ma dove sono rimasto...?  a volte mi capita di perdere il filo del discorso.

 Sono vecchio. Ho 91 anni. Sono ebreo, sono scampato a Treblinka e ho perso praticamente tutti quelli che conoscevo, anche Hanna il mio amore.

Oggi vendo tutto, tutto quello che ho in negozio, anche quella piccola Agfa... quella che ho trovato in un cassetto di un vecchio comodino, a casa mia. La usavo da giovane mi pare, ma non ricordo bene...adesso, però, vi lascio, vedo due persone davanti alla porta... stanno guardando con interesse il cartello che in cinque lingue dice “svendita per chiusura definitiva”.

Sono Marco, vengo da una cittadina del Sud dell'Italia, ho fatto il bancario per trentacinque anni, poi ho deciso di dire basta e di fare altre cose, come  curare maggiormente i miei hobby: la scrittura e la fotografia.  Da qualche mese ho anche un amore, Adriana.

Questo è il primo viaggio che facciamo insieme. Siamo  rapiti dall'atmosfera di questa stupenda città, anche se è un po' fredda, ci piace camminare per le vie del centro cercando di arrivare senza fretta alla grande cattedrale.

Ed eccoci qui, dopo aver preso una cioccolata ed una fetta di torta dalla antica pasticceria Demel, camminiamo sulla Kaltbrunner Strasse (Via dei Carbonai).  Abbiamo deciso di prendere un vicoletto per tagliare fino alla Grande Cattedrale di Santo Stefano,  quando all'angolo vedo la vecchia bottega.

Mi attira il cartello in cinque lingue, di colore rosso, “svendita per chiusura definitiva”, do un occhiata dentro,  guardo il vecchio: è un po' curvo,  magro molto magro, lo osservo meglio, sul cranio ossuto porta la Kephia.

Sussurro ad Adriana “è ebreo!” , lei mi risponde  “....e allora?”.

Io non la ascolto nemmeno ed entro.... classica domanda da turista “parla Italiano?” e lui “un po'” E poi “siete turisti?” e io  dico tra me: ma non si vede? Penso alla mia Nikon che denota, ballonzolando sul giaccone, la mia identità,appunto, di turista.

“si turisti italiani” e lui “gentili, turisti italiani”

“Si gentili turisti italiani” penso ad uno sfottò,  mi irrita un po' la cosa

Mi guardo in giro, e la vedo la piccola Agfa Billy Clapp, gli chiedo quanto la macchina, lui 40 euro

Io sono troppi 40 euro, e lui posso fare 30 e io meglio 25...

E lui “ va bene tu sei contento, io sono contento che Dio ci benedica”  Annuisco sorridendo e  poi gli chiedo “parla bene l'italiano perché?”

Cambia espressione si rabbuia all'improvviso,“ho conosciuto un italiano nel campo...è stato tanto tempo fa, ma adesso basta, andate, sono brutti ricordi...inediti ricordo 2

Sono Ismael, l'ebreo, ho 91 anni, sono sopravvissuto a Treblinka, non ho più nessuno. Non ho più un amore, stasera ho venduto la piccola Agfa,  non ricordo bene, ma forse è la macchina con cui ho fatto le ultime foto alla mia Hanna.

E' venuto il momento di chiudere per l'ultima volta bottega, ho fretta, devo fare le valige, domani mattina un assistente sociale mi verrà a prendere per portarmi in un bel posto al limite di un bosco, confesso di avere un po' di paura, l'ultimo viaggio non è stato così divertente.

Io sono Marco ex bancario e innamorato di Adriana.

Sono tornato a casa, dopo 4 giorni passati a Vienna.

Sorpresa!  Ho trovato un rullino nella macchina.  L’ho tolto nella camera oscura, residuo della passione per fotografia analogica, che ho da più di trenta anni...

Ho ottenuto 4 fotografie.  Ritraevano un uomo e una donna in un posto al limite di un bosco  vicino a uno specchio d'acqua.

Non so chi siano queste persone. Di che razza fossero. Non so se sono morte o vive, ma voglio rendere testimonianza a loro e a tutti quelli che perdono la vita o sono comunque discriminati, rinchiusi, a quelli che fuggono attraversando mari e continenti perché giudicati di razza inferiore.

Polpografo 2015

e-max.it: your social media marketing partner
Letto 168 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti

LOGO B 2 1