logo2017

Iscriviti alla Newsletter di Gocce D'Autore

Commenta gli Articoli di Gocce!!!

Finalmente puoi commentare gli articoli di Goccedautore.it. Devi semplicemnte registrarti !!!

 
Martedì, 12 Marzo 2019 09:24

Hazel Scott, una leggenda della musica nera In evidenza

Scritto da 

musicare 1

In questo articolo vi parlerò, in breve, di una grande pianista, musicista, cantante e attrice: Hazel Dorothy Scott.

 

Nata a Port of Spain, Hazel a quattro anni  si trasferì a  New York City con la madre. Già all'età di otto anni vinse diverse borse di studio. Aveva un’abilità pianistica, una grande energica che ha hanno fatto di lei una leggenda. Il suo successo è durato dagli anni Trenta fino alla fine degli anni Sessanta.

E' stata una pianista classica, jazz e blues, ed ancora cantante, protagonista sul grande e piccolo schermo, Hazel Scott ha avuto una carriera fulgida e meritata. Ha iniziato a esibirsi in una jazz band nell'adolescenza e si è esibita alla radio all'età di 16 anni. A 19 anni ha aperto uno spettacolo della grande Billie Holiday alla Cafe Society.

Dopo quel giorno, Hazel divenne leggendaria.

https://www.youtube.com/watch?v=2wPZm_aWUuo

A 22 anni, è stata invitata a prendere parte ad un film di Hollywood. Ha rifiutato diversi ruoli come cameriera e prostituta, perché si rifiutava di riprodurre stereotipi razzisti dell'immagine della donna nera nella società in quel momento.

Nel 1950, Hazel fu invitata dalla stazione televisiva Dumont ad avere il suo programma televisivo, diventando la prima donna afroamericana a farlo.

Nello stesso anno, l'estrema destra degli Stati Uniti aveva lanciato un libro intitolato "Canali rossi: il rapporto dell'influenza comunista su radio e televisione" a nome di oltre 150 attori, musicisti, scrittori, giornalisti, ecc. sospettati di essere "sovversivi". La lista includeva Hazel Scott. A seguito di ciò i suoi spettacoli furono cancellati e la sua carriera ebbe un improvviso calo nel paese.

https://www.youtube.com/watch?v=ySQ8cA4a-f8

Divorziata, si trasferì con suo figlio in Europa, dove registrò nuovi album e iniziando una nuova vita per se stessa. Il suo appartamento a Parigi divenne un punto d'incontro per la militanza del movimento nero. Nel 1963 partecipò alla manifestazione di fronte all'ambasciata americana a Parigi, contro l'ingiustizia razziale negli Stati Uniti e sostenendo Martin Luther King.

Nel 1981, Hazel Scott morì di cancro al Mount Sinai Hospital di Manhattan. Aveva 61 anni e fu sepolta al Cimitero di Flushing nel Queens, a New York, vicino ad altri musicisti come Louis Armstrong, Johnny Hodges e Dizzy Gillespie.

https://www.youtube.com/watch?v=DTtX7QVaQWk

Toni De Giorgi

e-max.it: your social media marketing partner
Letto 188 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti

LOGO B 2 1