logo2017

Commenta gli Articoli di Gocce!!!

Finalmente puoi commentare gli articoli di Goccedautore.it. Devi semplicemnte registrarti !!!

LOGO B 2 1

Lunedì, 17 Settembre 2018 08:20

Gio Evan, il poeta musicato dei giovani

Scritto da 

 

immagine Gio Evan

Il caratteristico Borgo Medievale di Brienza, in provincia di Potenza, Basilicata, ha fatto da sfondo la scorsa estate allo spettaconcerto “Noncontrome” di e con Gio Evan e Aneudo.

 

L’artista, autore di “la bella Maniera”, “Teorema di un salto”, “Passa a sorprendermi”, “Capita a volte che ti penso sempre” e “Ormai tra noi è tutto infinito”,  si è rivelato capace di unire e divertire un vasto pubblico di tutte l’età.

Lui che a soli trent’anni è stato in grado di raccontare verità in modo semplice e divertente attraverso la musica e la poesia, non si è sottratto a chi lo segue mostrando tutta la sua umiltà e dolcezza.

Ma chi è Gio Evan? E perché è tanto amato?

Gio Evan, all’anagrafe Giovanni Giancaspro, nasce a Rimini il 21 aprile del 1988 e ha origini baresi da parte di padre.

Lui è definito “Il poeta musicato dei giovani” e non solo per la sua età ma soprattutto per la delicatezza e la sensibilità usata nell’affrontare ogni argomento facendo un particolare riferimento a quel sentimento tanto decantato quanto ignorato dalla società odierna ma in cui la gioventù ci crede ancora: l’amore.

Il suo nome d’arte potrebbe sembrare un acronimo di giovane ma in realtà è stato battezzato così da un Hopi (popolo indigeno che vive nel Sud-Ovest degli Usa).

Egli ha nutrito la sua penna girando il mondo, stando a contatto con svariate etnie tra cui appunto gli Hopi.

La sua particolarità consiste nell’aver creato un nuovo modo per far avvicinare le persone alla poesia e alla musica.

 A questo punto mi rivolgo a voi, cari lettori, quando vedete dei pilastri pieni di volantini pubblicitari avvicinatevi perché magari tra quei mille fogli potreste trovarci una delle tante poesie più piccole al mondo di Gio Evan perché è proprio lasciando fogliettini nei posti in cui passa che lui spera di avvicinare qualcuno alla bellezza delle arti.

Termino questo mio contributo con una delle sue più belle frasi: “Quando uscite con qualcuno, non chiedetegli di che segno sei, chiedetegli piuttosto di che SOGNO sei”. 

Chiara Albano

e-max.it: your social media marketing partner
Letto 197 volte
Chiara Albano

Studentessa in “scienze filosofiche e della comunicazione” presso “Università degli studi della Basilicata”.

Amo scrivere, leggere e cantare perché queste arti mi permettono di conoscere realtà diverse senza separarmi troppo da chi amo.

Devi effettuare il login per inviare commenti

Iscriviti alla Newsletter di Gocce D'Autore