logo2017

Commenta gli Articoli di Gocce!!!

Finalmente puoi commentare gli articoli di Goccedautore.it. Devi semplicemnte registrarti !!!

LOGO B 2 1

Lunedì, 08 Dicembre 2014 20:37

Dexeter Gordon, tra i padri del bebop.

Scritto da 

musicareIl suo suono era inconfondibile, potente, pieno. Il suo modo di suonare dietro al tempo (laid back) lo rendeva particolare. La prestigiose collaborazioni del sassofonista statunitense Dexter Gordon spaziavano da Lionel Hampton a Tadd Dameron, Charles Mingus, Charlie Parker ,Louis Armstrong, Dizzy Gillespie, Billy Eckstine. Iniziò all’età di 17 anni nell'orchestra di Lionel Hampton e successivamente a 20 anni venne chiamato da Louis Armstrong. Il suo grande maestro fu Lester Young, che influenzò il suo stile.

Dexter Gordon ha lasciato un'eredità tecnica e stilistica chiaramente individuabile in molti sassofonisti jazz contemporanei, specialmente per quello che riguarda la sua interpretazione delle ballads. Il produttore Ira Gitler afferma che lo stile di Gordon nei primi anni influenzò tanto Coltrane quanto Sonny Rollins.

La collaborazione con Charlie Parker lo rese famoso nell'ambiente. Verso la fine degli anni cinquanta, Gordon cominciò ad avere seri problemi di alcolismo che comportarono il suo inesorabile declino.

 

 

Nel 1962 intraprese un lungo "esilio" in Europa, dove trascorse 15 anni suonando e vivendo principalmente a Parigi e Copenaghen, e collaborando regolarmente con alcuni jazzmen espatriati quale Bud Powell, Freddie Hubbard, Bobby Hutcherson, Kenny Drew, Horace Parlan e Billy Higgins.

Nel ‘76 tornò negli Stati Uniti per registrare molti degli album usciti sotto il suo nome, ma sono i sette album che ha registrato per la Blue Note Records negli anni sessanta (Doin' Allright, Dexter Calling..., Go!, A Swingin' Affair, Our Man in Paris, One Flight Up e Gettin' Around) a essere considerati le sue opere migliori.

L'esibizione al Village Vanguard di New York fu un nuovo inizio dal punto di vista sia discografico che artistico, e la critica finalmente lo riconobbe come uno dei migliori sassofonisti jazz.

Durante la prigione per possesso di eroina, Gordon divenne un appassionato di cinema, e per questo nel 1986 accettò con entusiasmo di interpretare la parte del protagonista in RoundMusicare dexter gordon Midnight - A mezzanotte circa, diretto da Bertrand Tavernier e ispirato alla vita di Bud Powell e Lester Young. Nel 1990 partecipò come comparsa interpretando la parte di un paziente al film Risvegli diretto da Penny Marshall, con Robert De Niro e Robin Williams.

Attraverso la foto scattatagli da Herman Leonard al Royal Roost nel 1948, Dexter Gordon è divenuto parte integrante dell'iconografia del jazz.

 

 

Tra i numerosi successi nel 78’ e 80’ Dexer ricordiamo la candidatura dalla Awards Academy come miglior attore protagonista ed come miglior musicista .

Dexter sciomparve il 25 aprile del 1990 all'età di 67 anni.

Toni De Giorgi

e-max.it: your social media marketing partner
Letto 242 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti