logo2017

Commenta gli Articoli di Gocce!!!

Finalmente puoi commentare gli articoli di Goccedautore.it. Devi semplicemnte registrarti !!!

LOGO B 2 1

Domenica, 11 Ottobre 2015 09:54

Addio a Phil Woods, ultimo erede di Charlie Parker

Scritto da 

musicare 1

Nato nel 1931 a Springfield in Massachusetts, Phil Woods ricevette il primo sassofono in dono all'età di 12 anni, ma non sapendo come suonarlo provò a rivenderlo per dei soldatini. Fu la madre ad impedirglielo, consigliandogli di rivolgersi ad un insegnante, Harvey LaRose, che lo indirizzò alla ricerca del suo suono grazie ai lavori di Benny Carter. Lo stesso Carter, nel corso degli anni, divenne un mentore e un amico. Phil Woods andò a studiare alla Juillard di New York nel 1948, dove si diplomò in composizione e clarinetto perché non esisteva il diploma in sassofono. Fece parte di diversi ensemble, tra cui il gruppo di accompagnamento della grande cantante Sarah Vaughan negli anni Cinquanta.

Divenuto sempre più conosciuto nel circuito jazz, Phil Woods suonò negli anni con i più grandi della musica black e non solo, come Charlie Barnet, Jimmy Raney, George Wallington, Gene Quill, Dizzy Gillespie, Buddy Rich, Quincy Jones, Benny Goodman, Sonny Rollins, Benny Carter, Thelonious Monk, Lee Konitz, Tito Puente, Clark Terry, Jon Hendricks, Tommy Flanagan, Red Mitchell, Tom Harrell, Billy Joel, Paul Simon, Stephane Grappelli, Louie Bellson, Steely Dan e Michel Legrand.

Dal grande pubblico è però conosciuto per aver suonato il solo di sax al fianco di Billy Joel in "Just the way you are" e per aver vinto 4 Grammy Awards su 7 nomination.

I Grammy (1975, 1977, 1982 e 1983) li sono stati attribuiti sia come Best Instrumental Jazz Performance, Individual or Group sia come Best Jazz Ensemble.

musicare 2Insignito del premio National Endowment for the Arts Jazz Masters nel 2007, uno dei maggiori premi per i jazzisti, Phil Woods commentò con queste parole il riconoscimento:

Il Jazz non morirà mai. È una musica che durerà per sempre, e mi piace pensare che la mia musica sia in qualche luogo per restarci, forse non per sempre, ma per influenzare qualcuno.

Phil Woods è morto qualche settimana fa a 83 anni il 29 settembre 2015 a East Stroudsburg, a causa di un enfisema polmonare.

 

 

 

 

 

 

 

Toni De Giorgi

e-max.it: your social media marketing partner
Letto 132 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti

Iscriviti alla Newsletter di Gocce D'Autore