logo2017

Iscriviti alla Newsletter di Gocce D'Autore

Commenta gli Articoli di Gocce!!!

Finalmente puoi commentare gli articoli di Goccedautore.it. Devi semplicemnte registrarti !!!

 
Sabato, 12 Marzo 2016 12:15

Di verso in verso…

Scritto da 

Un omaggio alla poesia. In questo numero della rivista vogliamo dedicare la rubrica “investire” alle strutture museali che continuano a far vivere la poesia e i poeti attraverso le loro attività. Vi invitiamo ad intraprendere un fantastico viaggio alla scoperta delle case-museo della poesia che compongono il già ricco patrimonio culturale italiano. Buon divertimento!

Casa delle Arti - Spazio Alda Merini

Casa Alda MeriniNella ex-tabaccheria comunale di via Magolfa, a un passo dal Naviglio Grande a Milano, rivive il ricordo della poetessa Alda Merini, una personalità straordinaria, dolce e generosa. Al piano superiore è riprodotta una delle stanze dell’abitazione della poetessa, con un percorso poetico intitolato 'Sono nata il ventuno a primavera' che ripropone su pannelli la sua biografia e alcune delle sue poesie. Lo spazio, la cui gestione è stata affidata dal comune di Milano all'associazione "La Casa delle Artiste" propone l'organizzazione di corsi, attività, eventi, un caffè letterario e una libreria cartacea e multimediale. Si propone di tenere viva l'opera letteraria e l'eredità umana di Alda Merini contribuendo alla valorizzazione della poesia e di tutte le forme artistiche ad essa correlate.

 

Orari di apertura museo: giovedì, venerdì, sabato e domenica dalle 18:00 alle 22:30. Per visite oltre l’orario previsto contattare il 3317570256

La casa natale di Giovanni Pascoli

Casa PascoliLa casa natale di Giovanni Pascoli, monumento nazionale dal 1924 e proprietà dello Stato, è il luogo che ha profondamente segnato l'infanzia del poeta, il quale ha vissuto in questa casa fino ai sette anni di età, continuando a frequentarla anche nel periodo giovanile. Il ricordo del periodo sereno trascorso a San Mauro è rievocato in molte poesie con grande nostalgia e affetto, soprattutto per il fortissimo legame con la famiglia e l’attaccamento alla propria terra d'origine. Casa Pascoli ha subito notevoli danni durante la seconda guerra mondiale, ragione per cui è stata ristrutturata in modo da ripristinare la struttura originaria; c'è un'unica stanza però che è rimasta intatta e si presenta al visitatore così com'era durante l’infanzia del poeta, la cucina. Essa conserva l'antica travatura in legno del soffitto, il grande focolare domestico, l'acquaio in pietra ed è arricchita con utensili, mobili d'epoca e cimeli di famiglia. L'altra sala al piano terra viene utilizzata come saletta espositiva; ogni anno il Museo Casa Pascoli promuove, qui e nella saletta al primo piano, mostre documentarie e fotografiche di interesse pascoliano e di storia locale. Al primo piano si trovano invece la camera in cui nacque Giovanni Pascoli, con l'antica culla in legno e il mobilio dello studio di Bologna, quando il poeta insegnava letteratura italiana all’Università. Il Museo Casa Pascoli promuove ogni anno laboratori didattici per le scuole, visite guidate ai luoghi pascoliani, mostre, letture di poesia. Oltre alla conservazione di un ricchissimo archivio di volumi, carteggi e documenti pascoliani, il Museo cura anche la pubblicazione di cataloghi che raccolgono ricerche inedite di interesse pascoliano e di storia locale.

Contatti:

Museo Casa Pascoli

Tel.: 0541.810100

Fax: 0541.934084

Direttore: Rosita Boschetti

www.casapascoli.it

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Casa Carducci

Casa museo CarducciCasa Carducci è un istituto del Comune di Bologna  per la conservazione e la fruizione pubblica, per la valorizzazione e lo studio della biblioteca e dell'archivio di Giosue Carducci (1835-1907), nella casa, con gli arredi e le suppellettili originali, dove lo scrittore ha abitato dal 1890 fino alla morte raccogliendo e organizzando un cospicuo patrimonio di memorie e di cultura. È un organismo complesso e originale: casa museo, dimora storica con giardino e monumento in onore del poeta, raccolta di oggetti e documenti carducciani, centro di informazione specializzata sulla produzione dello scrittore, nonché punto di riferimento per gli studi letterari ottocenteschi. Inaugurato il 6 novembre 1921, l’istituto si è aperto, dal 1997, alla vicenda della scrittura novecentesca e contemporanea attraverso l'acquisizione di librerie e archivi di studiosi e di intellettuali attivi a Bologna e di significativo valore per la cultura letteraria italiana. Sezione speciale della Biblioteca dell'Archiginnasio, Casa Carducci è officina dell’Edizione Nazionale delle Opere del letterato.

Piazza Giosuè Carducci, 5

40125 Bologna, Italia

Tel. 051. 347592 fax 051. 4292820

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La Casa-museo Albino Pierro 

museo Albino PierroL’abitazione di Albino Pierro è collocata nel centro storico del rione di San Filippo in piazza Plebiscito a Tursi in provincia di Matera (Basilicata). Il palazzo, denominato “’U Paazze” dal poeta, è una struttura composta da un seminterrato che si affaccia su vico Garibaldi e da due piani rialzati su corso Umberto I. Dal palazzo si ha un’incantevole vista panoramica sul torrente Pescogrosso, sul convento di San Francesco e sui dirupi del rione Rabatana. Dopo la morte di Pierro, i piani superiori del palazzo sono stati adibiti a biblioteca Pierro, dove vengono custoditi molti libri appartenuti al poeta e molte sue opere. Oggi il palazzo Pierro e l’annessa biblioteca sono meta di turisti e studiosi italiani e stranieri. Candidato al Premio Nobel per la Letteratura, difensore appassionato del dialetto natio, Albino Pierro ha cercato di salvarlo dall’oblio fissando per sempre sulla carta i suoni della sua gente («Quella di Tursi, il mio paese in provincia di Matera, era una delle tante parlate destinate a scomparire. Ho dovuto cercare il modo di fissare sulla carta i suoni della mia gente», in 'A terra d'u ricorde). Il Museo della Poesia Pierriana è la sede del Centro Studi “Albino Pierro” Onlus creato all’interno della Casa-Museo di Pierro a Tursi, dove sono custoditi e narrati i luoghi, gli attrezzi, gli usi ed i costumi che il Maestro lucano ha raccontato nelle sue poesie.

 

 

La Casa di Albino Pierro è aperta al pubblico il Sabato e la Domenica dalle ore 15.30 alle ore 19.00

CENTRO STUDI “ALBINO PIERRO” ONLUS  

Via E. Berlinguer - 75028 Tursi (MT) 

Presidente: Francesco Ottomano 

tel. 333.6401629 

Vice Presidente: Luigi De Lorenzo - tel. 320. 2745706              

e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

A cura della redazione

e-max.it: your social media marketing partner
Letto 306 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti

LOGO B 2 1