logo2017

Iscriviti alla Newsletter di Gocce D'Autore

 

scrivere Parmenide sempre lui ancora luiNon è che me ne stessi seduto in cima a un paracarro, come avrebbe soffiato Paolo Conte, ma pensavo comunque ai fatti miei. Riflettevo, documentandomi, sui rimedi, pretesi o riconosciuti, per risvegliare ad attività la ghiandola pineale.Ciò che mi si prometteva era nientemeno che la rinascita a un livello superiore di coscienza, nel quale partecipare della vita dell’Universo come parte di questo corpo esteso. Ben più che regolare i ritmi sonno veglia, insomma.

e-max.it: your social media marketing partner

Tu corri io sto

C'è una cura che è fatta di bene,

ma il bene che cos'è?

e-max.it: your social media marketing partner

raccontinediti clipinsequenza 1

I versi che la redazione ha scelto di pubblicare in questo numero della rivista appartengono ad una giovane studentessa di una terza classe di un Istituto Superiore di Potenza che ha preso parte alla Giornata mondiale del libro e del diritto d’autore organizzata dal Circolo culturale Gocce d’autore lo scorso 23 aprile. Il componimento è il frutto di un laboratorio svolto nel corso dell’anno scolastico e poi approdato ai festeggiamenti del libro con il reading di letture.

La felicità nel volto di un bambino

e nello sguardo

la bellezza dell’innocenza.

La freschezza del mare

con le sue onde allegre

infrangersi al sole della battigia.

Le ore luminose del mattino

rotte dal suono delle campane

della domenica in festa.

Il fieno

ruvido d’estate,

come la pelle da lungo esposta al sole

degli anziani,

dediti instancabilmente al lavoro dei campi.

Sacchi di frumento,

il grano ormai colto

e la terra inaridita

ma pronta al prossimo ciclo di vita.

Chiara Bovino

e-max.it: your social media marketing partner

Exhibition

Scritto da

osservare stones 1Si chiama Exhibition ed è la prima grande mostra dedicata interamente ai  Rolling Stones. L'esposizione è stata inaugurata il 6 aprile da Mick Jagger, Keith Richards, Ronnie Wood e Charlie Watts in persona e durerà fino al settembre 2016 alla Saatchi Gallery di Londra.

e-max.it: your social media marketing partner

musicare ciaobbking 1

Riley B. King il suo vero nome, B.B. King il nome d’arte, è stato uno dei chitarristi più celebri e importanti di sempre:

e-max.it: your social media marketing partner

Una speranza c’è…è il titolo della fotografia che Rosario Oliveto ha inviato alla nostra redazione. Fasci di luce che si fanno strada tra nubi cupe, squarci di speranza che si aprono tra cortine di sconforto.

A cura della redazione

Una speranza ce

e-max.it: your social media marketing partner

editoriale maternitàdolente 1Ancora sulla mamma. E’ il mese di maggio che lo richiede. E’ il desiderio di esternare ancora una volta il sentimento di gratitudine nei loro confronti. Non sono una mammona, ma sono una mamma e quando diventi madre cambia la tua posizione di figlia. E’ una questione di prospettive, muta lo sguardo ed il pensiero, da centro dell’attenzione diventi polo d’attrazione perché i figli ti gravitano intorno senza mai distaccarsi del tutto. Il pensiero sulle mamme mi è stato sollecitato più volte in queste due ultime settimane grazie alle pagine di alcuni libri: ho incontrato una mamma a cui hanno ucciso il figlio ed ho incontrato un figlio che ha perso una mamma. Ecco, le due prospettive. La prima è la protagonista di una brutta storia accaduta ormai quasi trent’anni fa in Basilicata e ricostruita in un libro presentato alcuni giorni or sono a Potenza. Aspettando giustizia è il titolo, che racchiude già il senso della storia, scritto da Angelo Jannone, colonnello dei Carabinieri in congedo e pubblicato da Secop edizioni. Il romanzo racconta la tragica scomparsa di Luca Orioli e di Marirosa Andreotta, due ragazzi di appena vent’anni, trovati morti nella vasca da bagno di casa della ragazza nel lontano 1988. Da allora non è mai stato trovato il colpevole, il caso venne archiviato come incidente causato da folgorazione e dopo tre decenni la mamma di Luca piange suo figlio senza sapere perché sia morto e chi lo abbia ucciso. Una storia che racconta le omissioni compiute da un’investigazione frettolosa e approssimativa, un libro che descrive le pene patite dai genitori di questo ragazzo. Ed ho conosciuto Olimpia, la mamma di Luca, una donna piccina di statura ma immensa nell’anima. Un angelo in terra perché sopravvivere ad un simile dolore non è umano. E lei ha ancora la forza di lottare, nonostante le bugie e i maltrattamenti e le ingiurie e la menomazione. Si, perché perdere un figlio è una menomazione. E’ come non avere più una parte del proprio corpo. Ma lei è grande perché ha Luca dentro di sé che le da l’energia per andare avanti e lei lo ascolta, lo asseconda, parla di lui ovunque. “E’ un modo per tenerlo in vita”, ha detto. Si commuove, piange, ma non smette di raccontarlo a noialtri che fatichiamo a trattenere il pianto. Il suo dolore diventa il nostro, e l’affetto delle persone, dei ragazzi soprattutto, le asciuga per un po’ le lacrime. E i suoi piccoli occhi celesti tornano a sorridere.

La seconda storia invece è legata ai ricordi di un figlio che ha preso la via del mare alla ricerca dell’armonia interiore. Lui si chiama Roberto Soldatini, è un violoncellista famoso, direttore d’orchestra, compositore e docente di musica, alla sua seconda prova con la scrittura. Sinfonie mediterranee è il titolo del libro presentato a Gocce d’autore la scorsa settimana, edito da Nutrimenti Mare, in cui l’autore racconta le tappe del suo viaggio nel Mediterraneo a bordo della sua barca-casa lunga 15 metri. Una sorta di diario di bordo che svela la bellezza dei luoghi visitati, gli imprevisti della navigazione, il gusto per la sfida. In solitaria assoluta Roberto Soldatini solca i mari per sei mesi e annota i suoi sentimenti e le sue considerazioni nei suoi libri. Riaffiorano i ricordi e si riaprono le ferite. La mamma in quel luogo di tanti anni prima. E’ ancora lì, ad Amalfi, col suo cappotto tortora a guardare le onde che s’infrangono sugli scogli. E la nostalgia prende il sopravvento con tutta la rabbia che sente ancora dentro perché due mesi più tardi un tumore se la porterà via per sempre. Ma lui è un altro angelo sulla terra che sopporta il dolore e va avanti. La sua musica è la sua medicina, il mare la sua culla.

Sono storie di ordinaria sofferenza? Non so, non so se la sofferenza possa definirsi ordinaria. Non si è mai pronti a soffrire, la sofferenza ti coglie impreparato punto e basta. E allora da madre e da figlia mi chiedo: è la lotta per rimanere vivi che ci tiene in piedi, o è la brama di una serenità dimenticata? Anelo un orizzonte di salvezza!

Eva Bonitatibus

e-max.it: your social media marketing partner

VIII EDIZIONE

SCADENZA: 30 giugno 2016

celeste

Il concorso, finalizzato alla promozione dell’arte contemporanea Italiana ed internazionale, prevede la realizzazione di un evento espositivo di 50 opere e 3 progetti, di un catalogo di circa 80 pagine, tra immagini e testi critici, e l'assegnazione finale di sei premi in denaro per un totale di 23.000 €. La mostra finale, la votazione e l’aggiudicazione dei premi si svolgeranno presso The Bargehouse, OXO Tower, Londra, 7-9 ottobre 2016.

Il premio è aperto ad artisti, fotografi e creativi, emergenti, autodidatti o studenti, italiani ed internazionali. Non ci sono limiti di età per chi si candida, né di qualifica o di curriculum. Il premio incoraggia la partecipazione di artisti di ogni livello.

PREMIO PROGETTO, 4.000 €*

Chi partecipa è invitato a presentare un progetto artistico attuale che indaghi temi sociali, politici, economici o personali. E’ possibile inserire un massimo di 10 opere per il progetto, in qualsiasi tecnica. I progetti possono includere fino a 10 opere realizzate in tecniche diverse come opere installatorie insieme ad opere video e fotografiche, o in un'unica tecnica, per esempio una serie fotografica o una serie pittorica. Saranno selezionati dalla curatrice del Premio, Ellen Blumenstein, i 3 progetti finalisti. Ogni progetto finalista avrà a disposizione una superficie espositiva massima di 6 m² e  di 6 metri lineari a parete.

PREMIO PITTURA & DISEGNO, 4.000 €*

Tecniche ammesse: olio, acrilico, vernice industriale, inchiostro, vinile, acquarello, grafite, pastello, illustrazione, stampa di vario tipo, ecc. Supporto dell’opera: tela, carta, cartone, legno, plastica, metallo, ecc. Non ci sono limiti di dimensione per le opere candidate. Dittici o trittici sono considerati come unica opera. I curatori che compongono la giuria ‘Pittura & Disegno’ sceglieranno le 10 opere finaliste.

FOTOGRAFIA & GRAFICA DIGITALE 4.000 €*

Tecniche ammesse: fotografia digitale, fotografia analogica, computer grafica, net/web art e software art presentati in 2D, o lavori eseguiti con tecniche varie, come manipolazioni digitali (compreso l’uso di pittura o altro genere di espressione manuale), polaroid, foto da cellulare, fotocollage, ecc. Non ci sono limiti di dimensione per le opere candidate. I curatori che compongono la giuria ‘Fotografia & Grafica Digitale’ sceglieranno le 10 opere finaliste.

PREMIO VIDEO & ANIMAZIONE 4.000 €*

Tecniche ammesse: video, film, time lapse, stop motion, tutte le tecniche di animazione. Per i formati e parametri video vedi Art. 5. (B). I curatori che compongono la giuria ‘Video & Animazione’ sceglieranno le 10 opere finaliste.

INSTALLAZIONE, SCULTURA & PERFORMANCE 4.000 €*

Tecniche ammesse per installazioni e sculture: utilizzo di qualsiasi materiale, organico ed inorganico, opere con base interattiva e/o connessione elettrica, meccanizzazione, luce, suono o video, installazioni multidisciplinari. Se un’installazione prevede anche la proiezione di un video (vedi Art.5. (B). ‘Specifiche tecniche delle opere video e animazione’). Tecniche ammesse per performance: live performance, fino ad arrivare a performance di natura partecipativa. Per le performance è consentito l’utilizzo dal vivo anche di materiali organici ed inorganici, sets con base interattiva e /o connessione elettrica, meccanizzazione, luce, suono o video. Non ci sono limiti di dimensione per le opere candidate, ma potrà rendersi necessario un adattamento site-specific al luogo espositivo. I curatori che compongono la giuria ‘Installazione, Scultura & Performance’ sceglieranno le 10 opere finaliste.

NEW - SUPER-YOUNG PRIZE, 3.000 €

Super-Young è il nuovo premio introdotto quest’anno per promuovere il lavoro degli artisti under 26. Possono partecipare studenti delle scuole e istituti d’arte, accademie ed altri corsi, ma anche artisti che non frequentano nessuna scuola. Possono essere candidati lavori in qualsiasi media artistico, come pittura, fotografia, disegno, installazione, scultura, video, performance etc. Saranno selezionate 10 opere finaliste dalla chief-juror Ellen Blumenstein. IMPORTANTE!  Prima di confermare l’ammissione alla mostra finale a Londra lo staff di Celeste Network chiederà a tutti gli artisti finalisti di inviare copia di un documento di identità valido per verificare che l’età sia compatibile con i termini del bando (possono iscriversi al Super Young Prize solo artisti che non abbiano superato i 25 anni al 9 febbraio 2016, data di pubblicazione del bando).

Per tutte le info si rimanda al sito www.premioceleste.it.

Vincenzo Pernetti

e-max.it: your social media marketing partner

Glenn Miller

Tra il dubbio e la magia,

nella sospensione delle stelle,

la luce è nell’aria come il vento decora i pensieri.

Attese e decisive speranze,

e-max.it: your social media marketing partner

Ancora dalla parte delle bambine (Feltrinelli) di Loredana Lipperini

leggere 1

e-max.it: your social media marketing partner

LOGO B 2 1