logo2017

Iscriviti alla Newsletter di Gocce D'Autore

 

Rocco Infantino

Giornalista pubblicista, batterista sconveniente.

Leggo. Mi incuriosisce la fisica quantistica. Mi piace il jazz. Scrivo in privato, uso il Garamond. Credo nella sezione aurea, nell’entanglement, nel dualismo onda particella. Preferisco i film francesi, i cibi semplici, le persone semplici, i problemi semplici.

Il mio orario del cuore sono le cinque e venti. Detesto usare Domodossola nel gioco “Nomi, cose, città” e vivrei volentieri a Londra, Parigi e Roma, come la maggior parte delle vallette degli illusionisti. Fin da ragazzo ho l’età che descrive J. L. Borges in Limites. Se non svolgessi un lavoro in ambito giuridico legale, probabilmente avrei voluto essere quello che fischia nella canzone Lovely head dei Goldfrapp.

editoriale 1

Per uscire da un vicolo cieco bisogna prenderne un altro. Questa è l’opinione di Monsieur Songe.

e-max.it: your social media marketing partner

writestorm

Le alterne fortune dell’ultimo calice di gewurztraminer della sera mi consegnano a un’ora che in questa stagione è ancora tutta nel limbo dell’attesa dell’alba, nel mio studio, sotto gli sguardi assieme perplessi e comprensivi delle mie micie, loro sì, già del tutto sveglie grazie al loro

e-max.it: your social media marketing partner

editoriale 1

Ne L’iniziazione (Editrice Antroposofica Milano, XVIII ed. italiana, 2016), illustrando per quanto consentito il percorso attraverso il quale si possa conseguire le conoscenze dei mondi superiori, quando il discorso porta all’appuntamento cruciale che ogni discepolo deve affrontare con il “piccolo guardiano della soglia”,

e-max.it: your social media marketing partner

LeggereAlBuio

In un giorno dell’aprile del 1860, il signor Édouard-Léon Scott de Martinville incideva la propria voce su un foglio di carta brunito dal nerofumo.

e-max.it: your social media marketing partner

Scrivere63

Come molti di quelli che non ci sono mai stati, conosco il Giappone per aver visto qualche pellicola di Akira Kurosawa o di Takeshi Kitano o, soprattutto, per aver letto, immancabilmente, con tutta la riflessione possibile, L’impero dei segni di Roland Barthes.

e-max.it: your social media marketing partner

RISVEGLI

Occhi aperti. Quattro e venti. Buio. Cinque. Lampadina dodici watt sui fuochi. Clic.

e-max.it: your social media marketing partner

scrivere 1

Comodo nella curvatura inversa dello spazio tempo che ha come fulcro la poltrona di cuoio nel salottino di attesa,

e-max.it: your social media marketing partner

gulp

Quando mi trovai di fronte gli altissimi scaffali, ridondanti di dorsi però vivacemente colorati, e la vasta superficie degli espositori orizzontali, dove gli albi e i volumi erano sistemati come vinili in profonde cassettine di legno, appena entrato nel reparto delle bandes dessinées,

e-max.it: your social media marketing partner

editoriale 1

Usare bene le parole talvolta è causa e talaltra effetto dello sviluppare buone idee. Sia le parole sia le idee pare abbiano le proprie stagioni; ma le stagioni delle une e quelle delle altre non sempre coincidono, non necessariamente seguono i medesimi cicli.

e-max.it: your social media marketing partner

scrivere 1

Nel duemilanove, che sembra una data più prossima all’ultima glaciazione che ad oggi, Robert Darnton, studioso, accademico e giornalista americano, pubblica una raccolta di scritti, dal titolo “The Case for Books – Past, Present, and Future”, che ben presto diventa una lettura d’obbligo per quanti si interessino al mondo della parola a stampa.

e-max.it: your social media marketing partner

LOGO B 2 1