logo2017

 

LOGO B 2 1

Virginia Cortese

Giornalista pubblicista

Appassionata e onnivora lettrice

Considero i libri come finestre sulla vita, da aprire costantemente per imparare come comportarsi sulle strade del mondo.

I miei libri guida sono La Nausea di Sartre, Amore Liquido di Bauman e Il Libro del riso e dell’oblio di Kundera.

Mi piace contemplare e vivere il Bello, perché sono convinta che sia davvero l’antidoto al male. Adoro l’arte, la corrente espressionistica è senza dubbio quella che mi rappresenta in modo totale, il mio quadro del cuore è Notte Stellata sul Rodano di Van Gogh.

Una visione romantica e di prospettiva sulle cose non può esulare dal ri-conoscersi in un’opera lirica, la mia è La Bohème di Puccini.

scrivere1Eugenio Scalfari, autore (tra gli altri) di Incontro con Io, sorprende per la sua capillare abilità da narratore.

Non esclude l’inclinazione giornalistica nelle 214 pagine, edite da Einaudi, e accompagna il lettore in un mondo mitologico eppure presente, al fine di rendere più semplice la lettura del viaggio più avvincente che ci è dato di compiere, la vita.

Tra amore e odio, intelligenza e cuore, fantasia e immaginazione, il gioco delle dicotomie si protrae in modo scientifico, per riportare il “viaggiatore” al punto di partenza; come se il percorso affrontato, fosse circolare. Di infiniti punti.

L’Io che si scopre, si misconosce, si dilata e si contrae, si scruta, si interroga e in funzione delle risposte vive solitudini o allegrie effimere.

La casa dell’infanzia, la soffitta con la finestra che lascia intravedere gli arrivi e le partenze delle navi; la nostalgia di una felicità del tutto personale, intima a livello midollare; i profumi che riallacciano i nodi dei ricordi; le associazioni dello spazio e del tempo, interno ed esterno; i risvegli meditati e i pensieri che acquisiscono consapevolezza con l’età.

E poi v’è il destino, “un sentimento primario prima di diventare un’elaborata immagine dell’intelletto”.scrivere2

Come per Odisseo, l’interrogativo dell’uomo vive numerose fasi e affronta nella matericità corporea e mortale, la furbizia e la saggezza, la ferocia e la clemenza, il gusto del potere e la sete di conoscenza, l’impulso ad andare oltre e il desiderio di ritornare.

Dal Sentimento del tempo alla Mente Riflessiva; da Gli amori di Narciso a La Sapienza di Circe, i 15 orizzonti di senso, quelli in cui Scalfari ha diviso il suo avvolgente libro, sono istantanee di una storia personale, di un carisma riconoscibile il cui tetto è il cielo stellato.

Di me soltanto di me infatti si trattava e me io stavo cercando di decifrare senza riuscirvi, perché scoprivo di volta in volta che quel me era continuamente mutevole, non afferrabile, non definibile univocamente e dunque non conoscibile neppure da me stesso, che pure ero lui così come lui era me.”- afferma laconico, colui che ascolta attentamente le visioni contrapposte di chi afferma la contraddizione in termini di Caso e Destino.

Non sono io che ho fatto il mio libro- conclude Scalfari in postfazione- ma il mio libro che ha fatto me.”  

 

Virginia Cortese

e-max.it: your social media marketing partner

sCRIVERE Muriel BarberyIn una Parigi borghese e annoiata, due modelli femminili si abbracciano in un'intesa silenziosa e affascinante di sensi e intelletto. Paloma, dodicenne di buona famiglia, acuta e presente al mondo, curiosa e irriverente, disinteressata e critica nei confronti di sovrastrutture ereditate per destino. Renèe, portinaia, sciatta, anonima all'osservazione prima, convive con un pigro gattone e ha un unico obiettivo...terminare una giornata lavorativa senza avere interferenze e interazioni. Nel microcosmo del 7 di Rue de Grenelle, stabile nel quale la ragazzina vive e la donna lavora, le due intenzioni si incontrano e si abbracciano. La Barbery ha un talento unico nel trattenere in attesa sospirante il lettore. Un appuntamento del tutto casuale con l'inusuale restituirà ai due universi un'amicizia infinita. Un cielo di persone e di personaggi costella le vite, che si ritrovano colorate e originali.

 

La giovane frustrazione di Paloma, disegnata dall'amore per l'arte e convivente delle convenzioni di un modello familiare psicopatologico, sCRIVERE eleganza del riccioviaggerà nella stanza delle meraviglie di Renèe: il luogo 'protetto' dall'incursione di un mondo distratto e ignorante, accecato dai lustrini di un'apparenza vuota. Una libreria-scrigno, una poltrona antica e un lume a sostenere il 'vizio' per la bellezza di una donna che incontra l'amore e lo lascia per lo stesso inesorabile fato che l'ha resa unica. L'eleganza del riccio (edizioni e/o) è una finestra lucidissima di incontenibile nostalgia per un ideale anelato e mai raggiunto se non attraverso i nastri del pensiero.

 

Virginia Cortese

e-max.it: your social media marketing partner

Francesca Leone ha presentato il suo nuovo album Racing Against time

musicare 1

Foto BlueShots Photography Rosario Claps

Procede a ritmo sostenuto la prestigiosa stagione musicale presso il "Jazz club Potenza" di Gocce d’Autore.

e-max.it: your social media marketing partner

gregory alan isakov

Le astratte sinfonie di stelle.

Musiche di albe antiche.

e-max.it: your social media marketing partner

gregory alan isakov

Le astratte sinfonie di stelle.

Musiche di albe antiche.

e-max.it: your social media marketing partner

Iscriviti alla Newsletter di Gocce D'Autore