logo2017

Iscriviti alla Newsletter di Gocce D'Autore

 

Redazione

racconto unamoreaparigi

Mary e Johnny si incontrarono per caso in una notte d'estate, dopo una telefonata, in un luogo incantevole sulla riva della Senna a Parigi. Andarono incontro al loro destino che segnò per sempre la loro vita.

Ma ritorniamo indietro a questo primo momento. Mary e Johnny, due studenti che vivevano a Parigi, erano stati mandati dalle loro famiglie a vivere fuori per fare esperienza. Una coincidenza li ha fatti incontrare, una telefonata fatta per sbaglio e da quel momento è iniziata una storia di amicizia e di amore che per lungo tempo non si è mai spezzata.

Dopo tanti anni, seduti accanto al caminetto, si trovano a raccontare la loro storia ai loro nipoti e sembra una favola proprio perché vissuta a Parigi in un luogo in cui tutti sognano di andare a vivere un periodo della propria vita. Sognare e creare parole, forme nuove di un nuovo romanzo.

Così è stato per i nostri protagonisti. In quella notte d'estate, ricorda Johnny, Mary aveva gli occhi che le brillavano, lunghe trecce bionde e indossava un vestito rosa fiorito come un campo di fiori in primavera.

I suoi ricordi continuano, rammentando le prime parole che si scambiarono. Soprattutto la dichiarazione di amore fatta alla sua Mary quando le chiese di sposarlo:

- Mary quando ho incontrato i tuoi occhi nei miei mi sono perso per un attimo, ma poi la tua semplicità, la tua ingenuità mi hanno dato coraggio. Ci siamo conosciuti e poi  innamorati, così, giorno per giorno tu sei stata il mio sole, la mia luna che mi ha guidato lontano nella mia vita fino a raggiungere questo traguardo dove ora io vorrei chiederti di sposarci e costruire il nostro futuro.

Lei gli rispose con un lungo e tenero bacio a suggellare la loro promessa di amore!

Immacolata Venturi

e-max.it: your social media marketing partner

Qualcuno la vede solo in scala di grigi, per altri è un trionfo di colori, tutti la criticano ma tutti la sfruttano. Potenza! E’ il titolo dello scatto inviatoci da Nicola Albano, fotografo di professione, con il quale invita tutti a guardare la città di Potenza con occhi diversi. Con occhi innamorati!

potenza

e-max.it: your social media marketing partner

Luci alla Darsena è lo scatto che Attilio Bixio, appassionato di fotografia, ha inviato alla nostra redazione.  

LuciallaDarsena

e-max.it: your social media marketing partner

cittaamica

L’Associazione Culturale “Arte Città Amica” di Torino ha indetto un concorso internazionale di Pittura (in tutte le sue espressioni), Disegno e grafica e Acquerello.

Tutti gli artisti interessati potranno iscriversi entro il 15 febbraio p.v. compilando i moduli allegati al sito web http://www.artecittaamica.it/. Le opere dovranno essere consegnate, decorosamente incorniciate, senza vetro, (per le opere di grafica e di disegno, si consiglia il plexiglas) entro e non oltre il 10 aprile 2016

Una commissione di esperti, critici, artisti, docenti d’arte e giornalisti del settore, visionerà le foto. Entro il 10 marzo 2016, gli autori delle opere selezionate saranno invitati, con lettera o telefonicamente, a far pervenire le opere originali. Le opere selezionate saranno esposte per un periodo di 8 giorni nel mese di maggio 2016 nella Galleria di Arte Città Amica o in altro spazio istituzionale.

Verrà pubblicato un catalogo sul quale saranno riprodotte le opere selezionate e brevi note biografiche, se fornite dall’artista. Una copia del catalogo sarà consegnata in omaggio.

Per la premiazione è stata scelta la prestigiosa GAM – Galleria d’Arte Moderna di Torino, dove, durante la cerimonia, saranno esposte le opere premiate e proiettate sullo schermo tutte le opere in concorso.

Durante l’esposizione la giuria esaminerà le opere e assegnerà i premi. I nomi dei giurati saranno resi noti il giorno della premiazione.

I premi consistono nell’allestimento di una mostra personale la cui durata varia in base alla classifica degli stessi. Oltre ai  premi su esposti, vi saranno  menzioni e segnalazioni.

La premiazione avverrà il 21 maggio 2016, presso la Galleria d’Arte Moderna di Torino.

Le opere premiate e il verbale della premiazione saranno divulgati sul sito www.artecittaamica.it

Per tutte le info si invita a consultare il sito www.artecittaamica.it.

e-max.it: your social media marketing partner

Redazione

 

 

La redazione di www.goccedautore.it augura a tutti i suoi lettori un fantastico 2016. Buon anno da Eva Bonitatibus, Toni De Giorgi, Pasquale Palese, Virginia Cortese, Serena Gervasio, Rocco Infantino, Vito Coviello e Vincenzo Pernetti.

e-max.it: your social media marketing partner

racconti labaitarossa 1

In un borgo abitato da poche famiglie, viveva Valentino, un ragazzo dall’aspetto scanzonato: alto, muscoloso, sempre ben vestito come se fosse in procinto di accompagnare una bella fanciulla alla festa del paese.

Valentino viveva con i nonni, i suoi genitori erano emigrati in America per via del lavoro del padre medico-ricercatore.

La casa dei nonni era immersa in un castagneto, gli abeti fiancheggiavano la strada che conduceva alla baita. In ogni stagione la scena che si presentava era romantica, carica di affettività, di fascino.

Valentino non amava studiare, preferiva aiutare il nonno nel lavoro dei campi, nella raccolta delle castagne durante l’autunno; trascorreva molto tempo all’aperto, amava la natura e preferiva approfondire le sue conoscenze attraverso le conversazioni con gli anziani abitanti del luogo, amici dei suoi nonni: quanto imparava!

Un giorno camminando nel viale e affondando le sue lunghe gambe nella neve, incontrò una fanciulla, non era del luogo.

Si fermò ad osservarla a lungo lei era in difficoltà non riusciva proprio ad affrontare tutta quella neve e Valentino si offrì di aiutarla, le prese la mano, la condusse nella baita del nonno per offrirle del vino caldo, davanti al camino acceso.

La legna ardeva e crepitava e le fiamme, come tante lingue intente ad accendere conversazioni infuocate, si alzavano verso la cappa e poi sparivano.

Agnese, questo era il nome della fanciulla, si sentì a suo agio, raccontò a Valentino di essersi smarrita, e gli espresse riconoscenza per averla ospitata nella sua casa.

Fra i due nacque un grande amore, i loro incontri si fecero più frequenti, fino al giorno in cui Valentino la presentò ai suoi nonni: era il giorno di Natale, nella baita, in un angolo accanto al camino, c’era un piccolo albero addobbato con arance, castagne, noci e fichi, i rami di questo albero erano quelli caduti dagli abeti a causa del carico nevoso.

Non c’erano lucine intermittenti, solo la luce infuocata dalle fiamme nel camino.

Agnese era piccola di statura, tutto il suo fisico faceva immaginare la delicatezza che traspariva dai suoi occhi, il suo cuore ardeva come le fiamme nel camino, era innamorata di Valentino, il loro amore prorompente fu coronato dall’arrivo di Cecilia, accolta nelle due famiglie,

Se un giorno vorrete raggiungere quel piccolo borgo di un piccolo paese in montagna, troverete ancora la baita e in essa il camino, i semplici arredi e sulle pareti quadri un po’ sbiaditi e i ritratti dei personaggi di questo semplice racconto.

Tina

e-max.it: your social media marketing partner

fotografia117

Il presepe e' l'opera dello scultore Antonio Sebastiano Daraio interamente realizzata in legno. In esposizione presso il Circolo culturale Gocce d'autore a Potenza.
e-max.it: your social media marketing partner

racconto magia 1

Nello spazio dedicato ai racconti questa volta abbiamo deciso di inserire una delle poesie più belle di Gianni Rodari, scrittore, pedagogista, giornalista e poeta italiano, specializzato in testi per bambini e ragazzi e tradotto in moltissime lingue. Il magico Natale è la poesia che abbiamo scelto e che vogliamo dedicare a tutti i bambini del mondo perché possano vivere un Natale di vera felicità. Auguri in poesia!

S'io fossi il mago di Natale

farei spuntare un albero di Natale

in ogni casa, in ogni appartamento

dalle piastrelle del pavimento,

ma non l'alberello finto,

di plastica, dipinto

che vendono adesso all'Upim:

un vero abete, un pino di montagna,

con un po' di vento vero

impigliato tra i rami,

che mandi profumo di resina

in tutte le camere,

e sui rami i magici frutti: regali per tutti.

Poi con la mia bacchetta me ne andrei

a fare magie

per tutte le vie.

In via Nazionale

farei crescere un albero di Natale

carico di bambole

d'ogni qualità,

che chiudono gli occhi

e chiamano papà,

camminano da sole,

ballano il rock an'roll

e fanno le capriole.

Chi le vuole, le prende:

gratis, s'intende.

In piazza San Cosimato

faccio crescere l'albero

del cioccolato;

in via del Tritone

l'albero del panettone

in viale Buozzi

l'albero dei maritozzi,

e in largo di Santa Susanna

quello dei maritozzi con la panna.

Continuiamo la passeggiata?

La magia è appena cominciata:

dobbiamo scegliere il posto

all'albero dei trenini:

va bene piazza Mazzini?

Quello degli aeroplani

lo faccio in via dei Campani.

Ogni strada avrà un albero speciale

e il giorno di Natale

i bimbi faranno

il giro di Roma

a prendersi quel che vorranno.

Per ogni giocattolo

colto dal suo ramo

ne spunterà un altro

dello stesso modello

o anche più bello.

Per i grandi invece ci sarà

magari in via Condotti

l'albero delle scarpe e dei cappotti.

Tutto questo farei se fossi un mago.

Però non lo sono

che posso fare?

Non ho che auguri da regalare:

di auguri ne ho tanti,

scegliete quelli che volete,

prendeteli tutti quanti.

Gianni Rodari

e-max.it: your social media marketing partner

investire cultora 1

A Roma si inaugura una nuova libreria. E questa qui, con i tempi che corrono, potrebbe essere già una notizia. Se specifichiamo, poi, che questa libreria nasce all’esito d’un processo più lungo? E’ il primo caso in Italia, infatti, di una libreria che nasce da una rivista on-line. Siamo ormai abituati a vivere in questa dimensione parallela dei social network dove tutto esiste ma solo virtualmente. Siamo ancora più abituati a ricevere notizie sul mondo dell’editoria che ci descrivono una situazione di crisi dove gli investimenti sullo “stampato” latitano, e le piattaforme digitali, più smart ed economiche, fioriscono. 

Eppure CULTORA ci insegna altro.

Da anni attivi sul web, Giubilei (editore) e Dell’Orco (direttore editoriale) hanno prima creato una piattaforma on-line che si occupa di cultura intesa in tutte le sue latitudini. Attualità, arte, cinematografia sono solo alcune delle aree d’interesse su cui la rivista Cultora si impegna a dare sempre nuovi spunti di riflessione ed approfondimento. Poi il secondo passo, quello più importante. Dal web al cartaceo, dal digitale al reale: l’apertura della LIBRERIA CULTORA.

Una scelta imprenditoriale coraggiosa, non v’è dubbio.

Il mercato dell’editoria e della distribuzione, soprattutto, sono profondamente cambiati rispetto al passato. Le modalità d’acquisto per un lettore si sono notevolmente evolute. L’esempio paradigmatico può senz’altro essere quello di Amazon: uno shop on-line, un emporio dove si può comprare tutto, anche i libri che vengono, quindi, recapitati comodamente a casa. La comodità, appunto, rappresenta in questo caso un evidente vantaggio per il lettore/consumatore, ma ne vale la pena? E la qualità?

La scelta di Cultora Libreria è una scelta di qualità. investire cultora 2

Come hanno specificatamente chiarito Giubilei e Dell’orco, la libreria nasce con la voglia di diversificare il mercato dell’editoria. Dare spazio agli autori che le grandi catene distributive ignorano. Letteratura indipendente, questo è il tema. Aprire una libreria oggi, dunque, rappresenta una sfida che si può vincere solo se s’investe in qualità.  A partire da questa considerazione nasce la voglia di aprire una libreria che possa offrire al lettore quello che non può trovare altrove, perfino nelle vaste catalogazioni degli shop on-line.

E’ il mestiere del librario.

Si apre una libreria nel 2016 perché si vuole tornare ad essere librai. Il rapporto con il lettore è tutto. Il consiglio, l’indicazione, il confronto così come la conversazione sulla letteratura rappresenta ormai solo un ricordo per chi sceglie di rifornire la propria biblioteca domestica attraverso le grandi catene distributive dove i commessi sono solo commessi. Con tutto il rispetto per i commessi, dal libraio ci si aspetta e si può pretendere di più.

Cultora libreria è un luogo d’incontro.

investire cultora 3Per completare la dimensione nuovamente “umana” della libreria, Giubilei e Dell’Orco hanno pensato di aprire le porte della libreria al mondo. Presentazioni, mostre e appuntamenti d’arte saranno in calendario per offrire ad autori, lettori, amanti ed appassionati di lettura, così come aisemplici curiosi (sale della terra) un luogo dove potersi esprimere. Un luogo dove poter studiare, leggere o lavorare: uno spazio di co-working, è così che i proprietari immaginano il futuro della libreria.

E’ il 2016 e due giovanissimi imprenditori investono sulla cultura.

E’ il 2016 e due giovanissimi scrittori investono sull’editoria indipendente.

E’ il 2016 e da internet si passa al cartaceo.

E’ il 2016 e forse qualcuno si è reso conto che non sempre l’evoluzione porta progresso ma molto spesso regresso, che la comodità non sempre è sinonimo di qualità, che l’accessibilità non è solo quella digitale.

Fortunato Picerno

e-max.it: your social media marketing partner

Il racconto nel cassetto

Premio città di Villaricca

Concorso letterario nazionale XIII edizione

SCADENZA: 31 GENNAIO 2016

racconto nel cassetto XIII EDIZIONE 1100x107

L’Associazione Libera Italiana Onlus (ALI), con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla via Antonio Genovesi n. 5, (www.assoali.it - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Tel/Fax 081.5066684) indìce la XIII edizione del Concorso Letterario Nazionale per Scrittori Emergenti "Il Racconto nel Cassetto - Premio Città di Villaricca". 

Il concorso si Articola in 3 (tre) sezioni:

- Narrativa (per “Racconti” e “Fiabe e storie per bambini”)

- Corti di scena (per brevi testi teatrali)

- Premio di Giornalismo Sportivo “Antonio Ghirelli”

Il concorso letterario ha un montepremi complessivo di ben € 12.000, e i finalisti, come nelle edizioni precedenti, saranno ospiti d’onore nella serata di gala in programma nel mese di maggio 2016, serata in cui verranno premiati i vincitori.

Per maggiori informazioni si rimanda al sito internet http://www.assoali.it/.

A cura della redazione

e-max.it: your social media marketing partner

LOGO B 2 1