logo2017

Venerdì, 25 Ottobre 2019 10:37

Un omaggio a Lucio Battisti nel libro di Frezza a Gocce d’Autore - Venerdì 25 ottobre

Scritto da 

Locandina libro Frezza

Prosegue l’”Autunno letterario della città verticale” nel Circolo culturale Gocce d’Autore. Nuovo ospite del cartellone dal suggestivo nome “Da grande voglio diventare un libro” è lo scrittore e musicista Fulvio Frezza. Sabato 26 ottobre alle 18,30 in vico F.lli Marone 12 a Potenza presenterà il libro “Vento nel vento. Dieci anni di Lucio e Giulio”, edito da Florestano, presentato dalla giornalista Eva Bonitatibus. Seguirà il reading musicale con l’autore, accompagnato dal chitarrista Domenico Mezzina.

Lucio e Giulio sono rispettivamente Lucio Battisti e Giulio Rapetti, in arte Mogol, di cui Frezza racconta in modo inedito l’incontro tra i due, riannodando il nastro degli anni Settanta con i principali eventi sociopolitici di quegli anni. È il 1969, Richard Nixon viene eletto presidente degli Stati Uniti; Enrico Berlinguer, vicesegretario del Pci, critica apertamente l’invasione russa in Cecoslovacchia. In Italia viene abolito il reato di adulterio. È l’anno in cui Battisti attraversa a cavallo mezza Italia, da Milano e Roma, con il suo amico Mogol. Da quel viaggio, un po’ anacronistico, nasce Emozioni, una delle canzoni più note della loro produzione.

Le canzoni di Battisti e Mogol sono state la colonna sonora della nostra vita, anche quando poi magari cercavamo altra musica, e ancora oggi, quando sono passati venti anni dalla scomparsa del musicista e quasi quaranta dal loro ultimo disco insieme, quelle armonie e quelle parole restano fondamentali modelli di riferimento. Il racconto di un decennio tumultuoso, in cui il mondo intero subiva una profonda trasformazione, e della parallela evoluzione nel rapporto fra due artisti insieme geniali e riservati, svela quanto si nascondeva tra la semplicità soltanto apparente delle melodie di Lucio e dei versi di Giulio. Ricordi perduti, rimasti annodati per sempre a un pugno di note e di parole che accarezzano e graffiano dove il nostro cuore è più sottile...

Eva Bonitatibus

e-max.it: your social media marketing partner
Letto 142 volte
Eva Bonitatibus

Giornalista pubblicista

I libri sono la mia perdizione. Amo ascoltare le storie e amo scriverle. Ma il mio sguardo curioso si rivolge ovunque, purché attinga bellezza e raffinatezza.

La musica è il mio alveo, l’arte la mia prospettiva, la danza il mio riferimento. Inguaribile sognatrice, penso ancora che arriverà un domani…

Devi effettuare il login per inviare commenti