logo2017

Giovedì, 18 Aprile 2019 13:06

Dall’Appennino al mare. Riparte il Treno Letterario della Basilicata

Scritto da 

Locandina Treno letterario 2019

Riparte il Treno Letterario di Gocce d'Autore. “Dall'Appennino al mare” è il tema della terza edizione che tra le principali novità propone un’escursione in Campania alla scoperta del Festival della letteratura gialla. Tre sabato di maggio e tre località legale indissolubilmente alla letteratura e al fascino dei libri. Il viaggio resta il tema conduttore dell’iniziativa che vede Barile, Castel Lagopesole e Salerno le nuove tappe del primo Treno Letterario della Basilicata. In collaborazione con la Direzione Regionale Basilicata Trenitalia e con i Comuni ospitanti, lo speciale convoglio andrà a riscoprire i luoghi pasoliniani della città del vino e dell'olio, di quelli federiciani del borgo del Vulture, di quelli Barliario a Salerno.

 

L'occasione è la campagna nazionale de Il Maggio dei Libri del Miur e sul Treno la presenza di libri, di scrittori, di personalità del mondo accademico renderanno unici ed indimenticabili i viaggi nella letteratura. Il programma prevede come prima tappa il comune di Barile, un paese di origine greco-albanese della Basilicata in cui continua a vivere la figura di Pier Paolo Pasolini. Fu proprio qui che, nel 1964, il poeta, scrittore, regista, sceneggiatore e drammaturgo bolognese decise di girare alcune scene del suo “Vangelo Secondo Matteo” lungo il parco urbano delle Cantine. In collaborazione con l’amministrazione comunale del paese arbëreshë, in particolare del sindaco Antonio Murano e la Pro loco, sabato 4 maggio si visiterà il Parco urbano delle cantine dello Scescio, scenografia delle quattro scene pasoliniane: la natività, l'adorazione dei magi, la strage degli innocenti e la fuga in Egitto. Si passerà in rassegna il centro storico tra i caratteristici archi, i portali e le strade lastricate in pietra, la Fontana dello steccato, architettura interessante per le curiose figure apotropaiche che la contraddistinguono, alle chiese e al loro patrimonio artistico. Al termine della passeggiata letteraria si terrà un incontro con lo scrittore Donato Mazzeo, autore della pubblicazione “Cristo è nato a Barile”, Edizioni Basilicata Arbereshe;

Seconda tappa del Treno Letterario è Castel Lagopesole, luogo non solo federiciano ma anche pasoliniano. Nel cortile interno del castello, infatti, Pasolini girò la scena del sinedrio, che decretò la condanna di Gesù alla crocifissione. Sabato 11 maggio si parte alle 16:05 da Potenza centrale per giungere alle 16:45 alla stazione di Castel Lagopesole in compagnia del gruppo dei volontari di Save the Children di Potenza. La tappa federiciana è infatti dedicata ai bambini e vedrà la partecipazione del Punto luce di Save the Children del capoluogo lucano in occasione del centenario dell’organismo che lotta per migliorare la vita dei bambini e dello scrittore per l’infanzia Gianluca Caporaso. Ad attendere gli speciali viaggiatori sarà l’Unla di Lagopesole che organizzerà la visita al castello facendo rivivere il mito di Federico II.

Terza ed ultima tappa del Treno Letterario, sabato 25 maggio, è la città di Salerno. Organizzata in collaborazione con “SalerNoir Festival e le Notti di Barliario” organizzata dall’Associazione “Porto delle Nebbie”, i viaggiatori amanti dei libri visiteranno il Museo Diocesano dove sono custodite le spoglie di Pietro Barliario, medico e alchimista salernitano, che da il nome al festival. Di lui si racconta che, in breve tempo e grazie ad un patto col diavolo, divenne un potente stregone, tanto da far innamorare di sé le donne più belle grazie a degli speciali filtri magici, di poter cambiare l'acqua in vino, e di far spuntare le corna sulla testa di chi gli era antipatico. Dal Museo al centro storico di Salerno fino alla ex casa del combattente, ex cinema a luci rosse della città, ora Fondazione Filiberto e Bianca Menna per l'arte contemporanea dove si terrà la presentazione dell'ultimo libro di uno dei più importanti autori noir d'Italia. La tappa del Treno che sconfina in Campania si concluderà con una degustazione di un Aglianico prezioso a cura di VinArte.

La partecipazione al Treno non ha limiti di età e di interessi. Per prenotarsi occorre contattare il 3471736102 e recarsi presso la sede del Circolo culturale Gocce d'Autore in vico F.lli Marone 12 a Potenza.

A cura della redazione

e-max.it: your social media marketing partner
Letto 308 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti