logo2017

Commenta gli Articoli di Gocce!!!

Finalmente puoi commentare gli articoli di Goccedautore.it. Devi semplicemnte registrarti !!!

LOGO B 2 1

Lunedì, 12 Settembre 2016 14:06

La cultura abiti gli spazi urbani!

Scritto da 

editoriale 1

Foto di Carla Di Camillo

Settembre segna il tempo delle ripartenze. Finisce l’estate e riprendono tutte le attività lasciate in stand by prima di mollare gli ormeggi. Anche per la nostra rivista il mese di settembre rappresenta il momento di rimettersi a lavoro, di riprendere il dialogo lasciato alla fine di luglio con gli oltre tre milioni di lettori. Ma questo settembre, di questo 2016, è qualcosa di più per la “famiglia” di Gocce d’autore: è il segno della rinascita. Ricominciamo infatti le nostre attività culturali in una nuova sede allocata in un antico stabile ristrutturato, costituita per metà dalla libreria Mondadori, per metà dal nostro Circolo culturale. Situata nella via principale del centro storico della città di Potenza, via Pretoria, luogo di “struscio” e di incontri, la nuova sede si pone come polo multiculturale a servizio della cittadinanza.

editoriale 2

Foto di Carla Di Camillo

Tre piani di cultura, al primo la libreria, al secondo il Circolo culturale, al terzo i laboratori didattici, la nuova sede si presenta come un salotto ricco ed accogliente che offre ai passanti del centro una valida alternativa ai caffè o alle sale da te. Qui si possono gustare altri tipi di prodotti: dai libri alla musica all’arte senza trascurare le occasioni di nuove relazioni da intessere e da ordire. L’inaugurazione della nuova sede, dalla stampa locale definita “caffè letterario”, è avvenuta il 5 settembre scorso alla presenza di una folla curiosa e impaziente di entrare, e dalle massime autorità municipali. Era infatti presente il Sindaco della città di Potenza, Dario De Luca, e l’assessore comunale alla cultura, Roberto Falotico. Entrambi hanno apprezzato l’impegno degli ideatori di questo nuovo spazio abitato dalla cultura, ed entrambi hanno auspicato una rinascita del centro storico del capoluogo lucano a partire dalla nuova realtà.

editoriale 3 editoriale 4

Foto di Carla Di Camillo

Dal canto nostro, abbiamo voluto sottolineare il desiderio di fare qualcosa di più, di offrire qualcosa di più a noi stessi e agli altri. Sognare non è un reato, noi lo abbiamo fatto per molti mesi e forse è arrivato il tempo delle realizzazioni. Abbiamo considerato questo progetto sin dagli albori una sfida, una vera e propria provocazione alla crescita intellettuale, all’evoluzione della mentalità da provinciale a globale. E’ un rischio e ne siamo consapevoli, ma si sa, chi non risica non rosica. Così, rimboccate le maniche, abbiamo lavorato per un’estate intera, chiusi tra le mura di pietra antica di questa nuova casa per tirar fuori il gioiellino che poi è diventato. Senza aiuti e senza sostegni finanziari di alcun tipo. L’impresa è esclusivamente privata, poggiata sulle nostre finanze, su quelle che la cultura dovrà essere in grado di produrre da oggi in poi. A Potenza.

editoriale 5editoriale 6editoriale 7editoriale 8

Foto di Carla Di Camillo

Ma noi siamo fiduciosi oltremodo, entusiasti e stanchi al tempo stesso, la porta del nuovo palazzetto è aperta da mane a sera. Sarà la casa degli scrittori, dei musicisti, degli artisti, degli amanti dei libri, della musica e dell’arte, degli aspiranti scrittori, musicisti e artisti, di chi ama pensare in grande, di chi ha lo sguardo lungo, di chi non guarda l’orologio, di chi vuol lasciarsi il grigiore alle spalle, di chi vuol star bene, di chi sa apprezzare. L’atmosfera è quella giusta, luci basse e colori caldi. Ci siamo portati dietro il corallo delle pareti e le parole del copridivano, le letterine sparse sono già sui muri e anche la chiave di violino ha trovato il suo posto sulla parete antica, insieme alla lettrice e al sassofonista. Il pianoforte a coda troneggia al centro della sala contornata da librerie zeppe di libri. Ogni cosa è al suo posto. Ora non resta che cominciare, partendo proprio da qui. Vi aspettiamo!

editoriale 10editoriale 11

Foto di Carla Di Camillo

Eva Bonitatibus

e-max.it: your social media marketing partner
Letto 411 volte
Eva Bonitatibus

Giornalista pubblicista

I libri sono la mia perdizione. Amo ascoltare le storie e amo scriverle. Ma il mio sguardo curioso si rivolge ovunque, purché attinga bellezza e raffinatezza.

La musica è il mio alveo, l’arte la mia prospettiva, la danza il mio riferimento. Inguaribile sognatrice, penso ancora che arriverà un domani…

Devi effettuare il login per inviare commenti

Iscriviti alla Newsletter di Gocce D'Autore