logo2017

Iscriviti alla Newsletter di Gocce D'Autore

Commenta gli Articoli di Gocce!!!

Finalmente puoi commentare gli articoli di Goccedautore.it. Devi semplicemnte registrarti !!!

 
Martedì, 04 Aprile 2017 15:41

Isa Grassano e lo sguardo innamorato per l’Italia

Scritto da 

dialogare 1

La passione per i viaggi e per i libri. La conoscenza della geografia e una grande simpatia a prima vista. Questo l’identikit dell’ospite del nuovo numero della rivista nella sezione dedicata al dialogo.

Si tratta di una giornalista freelance che da poco ha pubblicato il suo nuovo libro dal titolo Forse non tutti sanno che in Italia…Curiosità, storie inedite, misteri, aneddoti storici e luoghi sconosciuti del Belpaese della Newton Compton Editori, in cui racconta aneddoti e curiosità sul Belpaese. Sfogliando i suoi 150 capitoli suddivisi per regioni si compie una straordinaria passeggiata da Nord a Sud, incontrando luoghi e angoli poco conosciuti, conoscendo gossip di personaggi storici legati anche alla letteratura, assaporando piatti e ricette della gustosa tradizione enogastronomica italiana. Il tutto esaltato dall’euforia che l’autrice trasmette. Insomma, se non lo avete ancora capito stiamo parlando di Isa Grassano, professionista apprezzata anche per i suoi documentari turistici e di attualità. Noi l’abbiamo conosciuta a Potenza in occasione della presentazione della sua ultima pubblicazione e abbiamo voluto raccontarvela attraverso le chiacchiere che abbiamo scambiato con lei. 

Come nasce la passione per i viaggi?

Credo nasca dai libri letti da ragazzina. Sognavo tra le pagine e immaginavo di poter andare a visitare le città e i luoghi di cui leggevo. Ricordo che tra i primi libri ho letto "Il Diario di Anna Frank" e di aver scritto sul mio diario che da grande sarei andata ad Amsterdam. E così è stato. E infinita è stata la mia emozione quando nella città olandese ho visitato la casa della piccola Anna. 

Le tue prestigiose e numerose collaborazioni ti hanno portato a visitare il mondo, cosa racconti ai tuoi lettori per invogliarli a visitare questi luoghi?

Racconto le storie dei luoghi, i racconti delle persone che ci abitano. E cerco di trasferire le emozioni che vivo io. I miei articoli hanno dentro "il cuore" e credo che dalla lettura si avverta.

dialogare 2

La tua ultima pubblicazione “Forse non tutti sanno che in Italia…” è un in invito a perdersi nei luoghi più conosciuti, perché? Cos’è che dobbiamo sapere?

Ci sono le cose note, viste, vissute, ma ogni regione nasconde qualcosa di insolito, curioso, misterioso, al di fuori dei percorsi standard e dei luoghi convenzionali. Il mio invito è proprio quello di andare un po' a zonzo, di lasciarsi incuriosire dai palazzi, dai musei, dai dettagli. Qualche esempio? A Roncegno Terme, in Valsugana provincia di Trento, gli spaventapasseri non si trovano nei campi come consuetudine ma in un museo. Ancora Seborga, nell’entroterra ligure, tra Ospedaletti e Bordighera, è un "Principato Libero e Sovrano" e non fa parte della Repubblica (batte moneta propria, ha una sua bandiera, un suo stemma, un inno nazionale, un corpo di guardie).

E tu, dove ti sei persa?

Io mi sono persa e mi perdo tutte le volte nella mia città d'origine: Matera. Ogni volta è come la prima volta. Resto incantata dai Sassi, dagli affreschi come quelli nella chiesa di San Nicola dei Greci di tradizione bizantina. Si è accolti da una folla di santi con vesti regali. Ed è come se mi accogliessero tutte le volte "a casa".

Quali sono le tendenze degli italiani con la valigia?

La tendenza è quella di partire spesso per viaggi brevi, di 3 o 4 giorni, soprattutto in Italia. Tra le destinazioni più ricercate soprattutto dalle famiglie, c'è al primo posto Roma. Sapevate che a Roma c'è il più alto numero di obelischi al mondo? Ben 18.

Ti sei divertita anche a raccontare gossip storici che riguardano alcuni personaggi della letteratura italiana. Ce ne sveli qualcuno?

Parlo di personaggi che tutti conosciamo, perché studiati a scuola, ma non tutti sanno, ad esempio, che Gabriele D'Annunzio spendeva un patrimonio per le camicie da notte delle amanti o che amava mangiare molto le uova sode: ne andava così ghiotto da paragonarne gli effetti a quelli di una “estasi divina”. Tra le altre curiosità, si scopre che Pascoli nutriva un odio profondo verso Bologna. Da sempre. I motivi veri non si conoscono, né si sa da dove nascesse questa diffidenza. Si scopre pure che in gioventù era stato un frequentatore di bordelli. Notizia che contrasta con l’immagine consolidata negli anni di un Pascoli poco virile.

Qual è la scoperta più sensazionale che hai fatto?

Scenografica e sensazionale è la miniera di Masua a Iglesias, una grande opera di ingegneria, unica – si può certamente osare dirlo – al mondo: un porto scavato sulla roccia calcarea a picco sul mare. Il sistema – rivoluzionario – consentiva di caricare direttamente il materiale sulle navi tramite un pontile a sbalzo.

dialogare 3

Il viaggio comincia dal tuo libro…qual è il suo valore nell’era di internet?

Ai tempi della rete, dei social delle informazioni veloci, abbiamo la certezza che c’è ancora tanto da scoprire. C'è nel mio libro quello sguardo "innamorato" che aggiunge qualcosa ai luoghi. Internet offre le informazioni basi, nel mio libro ci sono le cose vissute in prima persona, il mio divertimento nel viverle e poi raccontarle.

Cos’è per te il viaggio?

Dico sempre che un luogo ruba un pezzetto di noi, ma ci restituisce conoscenza del nostro animo di gran lunga superiore a quel furto. Ecco cosa è il viaggio: una conoscenza approfondita di noi stessi. Quando torniamo non siamo mai la stessa persona.

Prossima tappa? 

Le Maldive. Dicono che scompariranno per via dell'innalzamento delle acque dell'Oceano Indiano che le circondano. Voglio vederle prima. Sarà un viaggio da sogno.

Eva Bonitatibus

 

BIOGRAFIA

Isa Grassano, nasce in Basilicata ma vive a bologna, anche se ha mantenuto una visione “lucanocentrica” della vita! Gira il mondo occupandosi di viaggi e ne parla su testate come Viaggi di Repubblica, Viaggi del Gusto, Marco Polo, Venerdì di repubblica e sul suo blog amichesiparte.com. Scrive di gossip e cronaca rosa per il settimanale Top. Ha vinto diversi premi giornalistici e riconoscimenti, tiene corsi di formazione per giornalisti. Il suo segreto? L’ottimismo dei folli e la tenacia dei muli. Per segnalazioni di cose che “forse nemmeno lei conosce”, scrivetele a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o sulla pagina facebook.

e-max.it: your social media marketing partner
Letto 252 volte
Eva Bonitatibus

Giornalista pubblicista

I libri sono la mia perdizione. Amo ascoltare le storie e amo scriverle. Ma il mio sguardo curioso si rivolge ovunque, purché attinga bellezza e raffinatezza.

La musica è il mio alveo, l’arte la mia prospettiva, la danza il mio riferimento. Inguaribile sognatrice, penso ancora che arriverà un domani…

Devi effettuare il login per inviare commenti

LOGO B 2 1