logo2017

Lunedì, 25 Aprile 2016 18:42

La lunga marcia della lettura

Scritto da 

cultura lalungamarciadellalettura 1

“Una cosa è certa: ci siamo divertiti tutti leggendo…quale migliore celebrazione del libro?” (Elda Rizzitelli)

 

Contagioso. L’entusiasmo degli organizzatori, dei partecipanti, degli aderenti alla Giornata Mondiale del Libro di Gocce d’autore a Potenza è stato virale. E’ bastato mettere un pianoforte in strada e tutti si sono avvicinati a leggere ed interpretare passi di libri, testi di canzoni, frasi di celebri artisti e scrittori. Come il miele per le api, il pianoforte ha attratto lettori di ogni età incuriositi dalla singolare iniziativa. Poco importa se all’invito di leggere anche solo una frase qualcuno ha millantato un mal di denti o un impegno urgente. Molto importa che a far parte della seconda edizione della Giornata Mondiale del Libro di Gocce d’autore ci siano stati i ragazzi delle scuole superiori della città di Potenza impegnati in una lunga “marcia di lettura” da una parte all’altra dell’antica via Pretoria del capoluogo lucano con il sostegno della musica. Un punto a loro favore. Anzi, tanti punti a loro favore e a favore dei loro insegnanti che hanno sposato l’iniziativa.

cultura lalungamarciadellalettura 2Il “pianoforte letterario” di Toni De Giorgi ha infatti stimolato i giovani nella scelta delle letture da portare, qualcuno ha anche letto in arabo, essendo madrelingua, e in inglese. Bibliointegrazione. Potrebbe essere una delle parole d’ordine di questa intensa Giornata. E poi un punto a favore dei lettori che hanno portato con sé un libro e lo hanno letto durante le nove tappe del viaggio. Un punto a favore delle attività commerciali del centro storico di una città in agonia che hanno voluto far parte dell’itinerario culturale. Così, il pianoforte spinto dalla carovana che di tappa in tappa si è formata, ha fatto sosta nei bar, in farmacia, in camiceria, in un negozio di tessuti, in uno di borse e accessori e ovviamente in libreria. Dell’allegra compagnia faceva parte anche il pittore Pasquale Palese che ha ritratto la suggestiva scena su una “tela da viaggio”. cultura lalungamarciadellalettura 3

Due giorni dedicati alla narrazione fatta di parole, musica e arte. Perché i tre linguaggi non si possono considerare separatamente. Ognuno è intrecciato all’altro, ognuno è a sostegno dell’altro, ognuno è fonte di ispirazione per l’altro. E nel corso della seconda giornata questo è stato il fil rouge: l’esordio della seconda edizione della festa del libro è avvenuto con La vedova allegra, operetta di Franz Lehár, su libretto di Victor Léon e Leo Stein, dalla commedia L'Attaché d'ambassade di Henri Meilhac. La lettura dei testi è stata affidata alla giornalista Virginia Cortese, l’esecuzione delle arie al soprano Emanuela Martelli accompagnata al pianoforte dal musicista Andrea Mancino. Un “incipit” intrigante che ha ammutolito la piazza antistante il Palazzo di città gremita dagli studenti e dalla gente che nel frattempo si avvicinava incuriosita. Il Sindaco di Potenza, Dario De Luca, è sceso dalla sua stanza per venire a salutare i tanti giovani presenti e augurare una buona Festa del libro a tutti. Si sono così avvicendati gli studenti dell’Istituto Istruzione Superiore “F. S. Nitti” e dell’Istituto Professionale di Stato per i Servizi di Enogastronomia e l’Ospitalità “U. Di Pasca” di Potenza, accompagnati dagli studenti del Liceo Musicale di Potenza, in un reading di poesie scritte da loro nell’ambito di un laboratorio scolastico sulla poesia. Versi pieni di vita e di melodia. E’ poi seguito il laboratorio di Caviardage “Trova La Tua Poesia Nascosta”, a cura della Prof.ssa Angela Girolamo e dei ragazzi del Liceo delle Scienze Umane “E. Gianturco” di Potenza.

cultura lalungamarciadellalettura 4 cultura lalungamarciadellalettura 5 cultura lalungamarciadellalettura 6

Uno scambio positivo di energie ed esperienze che hanno fruttato nuova linfa in coloro che si sono cimentati nell’arte versificatrice. Il pomeriggio si è aperto ai racconti, a quelli della musica, a quelli delle canzoni rock al femminile. Il vicolo De Rosa si è trasformato in cenacolo all’aperto con i dipinti di Enzo Bomba, Cesare Fazio, Simona Porretti e Pasquale Palese, pittori en plein air, scrittori e musicisti impegnati in condivisioni fluenti e convegni spontanei. Serratura sommersa è il titolo del libro presentato all’interno della sede del Circolo Gocce d’autore, la raccolta di poesie di Angelo Parisi che ha invitato ad una esplorazione intima e profonda sul significato della parole e della vita stessa. Femmes, Universo donna, viaggio in parole e musica, monologo di Virginia Cortese, ha concluso la due giorni con la splendida voce di Emanuela Martelli accompagnata al pianoforte da Francesco Pio Paolillo. La fatica dell’intera organizzazione si è fatta sentire, eccome, ma è stata alleggerita dalla presenza di tanti amici di Gocce d’autore. Una su tutti la libreria Ermes e Mondadori che ha accompagnato gli organizzatori in questo magnifico viaggio alla scoperta della piacevolezza della lettura, della musica e dell’arte. E la frase di Elda Rizzitelli (libreria Ermes e Mondadori) non può che racchiudere al meglio ciò che è stata la Giornata Mondiale del Libro: “Una cosa è certa: ci siamo divertiti tutti leggendo…quale migliore celebrazione del libro?”

cultura lalungamarciadellalettura 7 cultura lalungamarciadellalettura 8 cultura lalungamarciadellalettura 9

Eva Bonitatibus

e-max.it: your social media marketing partner
Letto 957 volte
Eva Bonitatibus

Giornalista pubblicista

I libri sono la mia perdizione. Amo ascoltare le storie e amo scriverle. Ma il mio sguardo curioso si rivolge ovunque, purché attinga bellezza e raffinatezza.

La musica è il mio alveo, l’arte la mia prospettiva, la danza il mio riferimento. Inguaribile sognatrice, penso ancora che arriverà un domani…